,

Il Vicolo Elba e le prossime elezioni comunali 2024

di Claudio Coscarella, candidato nella lista "Bene Comune

Capoliveri riesce ad esprimere una sola lista ed il sindaco più votato (e che ha più governato nella storia del “Vicolo Elba” ed ha cambiato le sorti del “Paesello”) resta mestamente alla finestra. Marciana si ripresenta la lista uscente…… .A Portoferraio la situazione politica non appare essere migliore. E’ andata di scena arroganza e supponenza. Il sindaco uscente, da più di un ventennio in politica e già assessore al bilancio, ha imposto la sua ri-candidatura e dopo un cinquennio fallimentare ha preteso di giocarsi la rivincita, oscurando i tentativi politici di costruire alleanze progressiste del PD, del M5S, di alcuni esponenti di Verdi e Sinistra e di RC. L’impreditore Nocentini è “sceso in campo” con la Lega di Salvini-Vannnacci (rappresentata localmente dall’amico Fornino ed i suoi “pard” in deciso calo nei favori dell’elettorato nazionale),  mettendo alla porta l’alleanza con Fratelli d’Italia e Forza Italia, tra l’altro due partiti in ascesa di consenso elettorale nel paese.

Uno sgarbo ai referenti locali, di destra e di sinistra, che sono stati con “arroganza e supponenza” decisamente ridimensionati e messi fuori dal “campo” da due capilista dal discutibile spessore politico.

Un noto giornalista del “Vicolo Elba“, maestro di cronaca politica e già segretario del PD (o PDS?) di Portoferraio, ha definito la sinistra come un “Campo di Fave” nel significato lessicale del toscano volgare. Purtroppo ho solamente visto un grande campo di cocomeri : grossi frutti  che si ingrossano al sole mostrando una sola faccia. Spesso inconsapevoli (ed incapaci di auto-critica) lasciando marcire il lato acerbo che guarda la terra.

La lista Nocentini (Group) capitanata dall’incontestabile e benvoluto Tiziano, priva della necessaria esperienza politica, appare essere supportata da discutibili (pards) protagonisti del passato politico recente, pronti a scendere in “campo” ed a correre in soccorso del carro dei vincitori. Quest’ultimi si dovranno confrontare con un costante conflitto di interessi fra il privato imprenditoriale e l’interesse pubblico: i sindaci De Santi e Ferrari ed il tecnico Eller, già esperto taumaturgo di dissesti comunali a Rio e Viareggio.

La lista Zini del sindaco uscente ri-presenta i suoi precedenti candidati, con quale esclusione ma già “pronti in panchina per entrare in campo”, sorprendentemente oggi alleati con la passata Lista dell’opposizione di centro destra Meloni. Quando governo ed opposizione si mettono d’accordo la politica si ammala gravemente di “consociativismo” e gli avversari  diventano “Pards”; forse così sarà anche in caso di vittoria della lista Nocentini.

Dopo le metafore calcistiche ed i riferimenti fumettistici a Tex Willer, l’unica scelta contro il consociativismo politico resta Bene Comune…la lista per tutti i cittadini che vogliono tornare ad essere protagonisti del governo del loro comune.

Ai Portoferrajesi, sonnambuli che vivono svegli ma incoscienti, a quelli che dicono “ la politica non mi interessa” e “sono tutti uguali, maggioranza ed opposizione”, suggerisco almeno di andare a votare ed esprimere il loro pensiero. Le schede bianche e gli astensionisti possono continuare felici a sognare, come sonnambuli, svegli incoscienti e magari contenti, ma non provano nemmeno a cambiare il futuro del mondo in meglio per i loro figli.

Claudio Coscarella, Candidato nella lista Bene Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Sinistra Italiana, rosso-verde in campo per la lista Zini

di Francesco Ghini, Segretario di Sinistra Italiana Circolo Valdicornia-Elba