Un nuovo socio al Rotary club Isola d’Elba, è Giacomo Mori

Una conviviale con ospiti Daniele Mazzei e Omero Papi. Molte le domande

Si è svolta mercoledì 24 Aprile, presso il ristorante La Caletta in Porto azzurro, la consueta conviviale del Rotary Club isola d’Elba. Una conviviale che ha visto la partecipazione di due graditi ospiti e l’accettazione nel Club di un nuovo socio.
Dopo i saluti di rito ai presenti ed il consueto suono della campana, indice di apertura della serata, il Presidente Paolo Ballerini ha dato il via alla cerimonia di ingresso riservata al nuovo socio: Giacomo Mori.
Sposato con l’amica del nostro club Elisabetta Vannucci, avvocato civilista già socia del Rotary Club Torino Est, Giacomo, nato a Genova da genitori elbani e conoscitore della nostra isola sin dall’infanzia, ha un curriculum di tutto rispetto.
Intrapresa la carriera di Ufficiale di Marina, frequentando l’Accademia Navale di Livorno, ha conseguito la laurea in Ingegneria Navale e Meccanica a Genova, ottimo titolo di studio che, pur avvicinandolo alla sua passione, il mare, grazie alla sua curiosità e costante voglia di mettersi in gioco in ambienti più competitivi, ha dovuto avallare, tempo dopo, decidendo di intraprendere la carriera nel settore privato e in particolare nell’industria automotive. Una scelta importante che lo ha condotto nel mondo Fiat a Torino dove, ha lavorato per oltre 15 anni con Top management, azionisti e Board Member di aziende industriali su programmi di strategia, fusione, ristrutturazione e miglioramento delle performance aziendali. Più recentemente ha iniziato a collaborare con fondi di Private Equity nella gestione delle aziende in portafoglio come Board Member o con ruoli di linea e oggi è impegnato nel rilancio della Marelli nata dalla fusione della Magneti Marelli con la giapponese Calsonic Kansei.
Negli ultimi anni, complice il lockdown, pur lavorando in continente ma basando sull’isola la sua casa principale, Giacomo non solo ha potuto riscoprire e vivere nuovamente la sua passione per il mare, ma ha altresì deciso di avviare un’attività per operare sul nostro territorio.
Una nuova sfida che lo vede nuovamente mettersi in gioco in un settore che coltiva con passione da tutta la vita: l’edilizia.

Il primo ospite della serata è stata una figura ormai ben conosciuta nel Club, il professore presso il Dipartimento di Informatica dell’Interazione Uomo-Macchina, Daniele Mazzei. Daniele, che, sempre per conto del Club aveva già intrattenuto gli studenti dell’ITC Cerboni di Portoferraio con un discorso incentrato sui principali utilizzi dell’Intelligenza Artificiale nonché sulle tematiche relative ad un suo necessario e sempre più diffuso utilizzo in più settori.
Nel suo intervento durante la conviviale ha esposto ai presenti tematiche etiche e sociali dovute ad l’uso diffuso dell’Intelligenza Artificiale incentrando il discorso sull’importanza di un approccio che tenga conto non solo dell’efficacia tecnica, ma anche delle implicazioni umane e morali.
Tra le molte domande poste al termine del suo intervento, ha risposto anche ad un quesito sollevato dallo stesso Presidente Paolo, inerente al suo settore di lavoro. In risposta, Daniele ha spiegato come l’intelligenza artificiale stia rivoluzionando anche il settore medico, dall’analisi delle immagini diagnostiche alla personalizzazione dei trattamenti, dall’ottimizzazione delle cure alla predizione delle malattie e quanto sia necessario utilizzarla sempre con maggior intensità anche e soprattutto in un campo che, non solo mira a trovare nuove cure ma anche, e soprattutto, a salvare vite.

Il secondo ospite della serata è stato il Dott. Omero Papi, elbano di nascita, già alto dirigente della Banca d’Italia e Amministratore della banca del personale (CSR). tra gli impegni professionali svolti in prima persona, inizialmente presso alcune filiali della Banca con compiti di vigilanza bancaria, dal 1980 con responsabilità di Internal Audit per conto della Banca d’Italia e del Sistema Europeo delle Banche Centrali, a seguire con la riforma organizzativa del Dipartimento Informatica la responsabilità del Servizio Innovazione e Sviluppo Informatico e quindi del Servizio Organizzazione.
E’ stato a lungo anche Presidente del Sindacato Nazionale del Personale Direttivo della Banca d’Italia aderente alla Confederazione Italiana Dirigenti d’Azienda (CIDA), combattendo importanti battaglie per la valorizzazione dei ruoli ed il migliore utilizzo della compagine di funzionari e dirigenti della Banca d’Italia che ha svolto un suo intervento sul ruolo e le responsabilità della Banca nell’ambito del Sistema Europeo delle Banche Centrali (SEBC).
Nel suo intervento, oltre a descrivere i compiti e le funzioni svolte dalla Banca d’Italia al servizio del Paese e del Sistema, ha richiamato altresì le figure dei Governatori con cui ha avuto importanti rapporti di lavoro da Carlo Azeglio Ciampi ad Antonio Fazio, da Mario Draghi a Ignazio Visco e con l’ultimo designato Fabio Panetta, in carica dal 1 novembre 2023.
Infine, ha risposto alle domande avanzate dai partecipanti all’evento con riguardo ai rapporti tra le banche aderenti al Sistema Europeo Banche Centrali (SEBC), alla collaborazione intensa della Banca d’Italia con il Governo e con gli organi della rappresentanza parlamentare, sempre attenta al rispetto dei ruoli e della sua autonomia.

Il Rotary Club tutto stringe Giacomo in un forte abbraccio, sicuro che egli saprà contribuire ai molti service per l’Elba e ringrazia il prof Daniele Mazzei ed il dott. Omero Papi per il loro graditissimo intervento e la piacevole compagnia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pierluigi Costa e Lionel Cardin dalle Ghiaie allo Scoglietto

I Messaggeri del Mare ospiti del convegno sulle microplastiche con i Lions Elba