Animali nel pasto dei bimbi dell’asilo, le verifiche della ditta

L'Amministrazione comunale rende noti i risultati dei gestori della mensa scolastica

In merito all’episodio avvenuto giovedì 9 maggio 2024, al momento di servire il pasto nella scuola dell’infanzia di San Giuseppe Vecchio, l’amministrazione comunale di Portoferraio – che si era immediatamente attivata per gli accertamenti e le verifiche del caso – ha ricevuto dalla società cooperativa Cirfood, alla quale è affidata la gestione del servizio mensa, la seguente comunicazione a firma della responsabile Ufficio Prodotto Qualità e Sicurezza Alessandra Corzani.
“In riferimento a quanto accaduto ieri 9 maggio presso la Sc. Inf. San Giuseppe Vecchio, circa la presenza di corpi estranei nel primo piatto a base di pasta, – si legge nella comunicazione – con la presente siamo a comunicarvi che appena informati del fatto abbiamo provveduto a rinviare il reintegro del prodotto, tuttavia non consumato per uscita anticipata dei bambini. Contestualmente ci siamo accertati che nelle altre scuole il pasto sia stato conforme e ci confermano da tutti i plessi che non ci sono stati rilievi. Il totale porzioni di pasta servita nel plesso Sc. Inf. San Giuseppe è stato pari a n. 65 porzioni (52 bambini e 13 adulti) su un totale di n. 293 pasti prodotti dalla cucina. Dall’unica immagine ricevuta, non possiamo individuare con certezza la natura dei corpi estranei, tuttavia possiamo ipotizzare che la presenza sia stata solo ed esclusivamente all’interno di una confezione da 3kg. di “gnocchetti sardi” – fornitore FABIANELLI marca MALTAGLIATI LOTTO L23414B SCADENZA 26.07.26 ( v. all. Modulo Rintracciabilità) , mentre tutte le altre confezioni di pasta di appartenenti allo stesso Lotto, non hanno presentato alcuna anomalia. Le confezioni di pasta erano conservate in scatole di cartone, aperte al momento dell’uso e le verifiche dei locali e dei sistemi attivi di controllo infestanti presenti in cucina sono risultati conformi. Quale azione preventiva, abbiamo ulteriormente allertato i controlli visivi delle materie prime e del prodotto finito, affinchè siano evitati episodi similari. In considerazione di quanto sopra, riteniamo la contaminazione del tutto accidentale ed occasionale, per la quale è stata inoltrata formale contestazione al fornitore. Ci scusiamo del disagio, confermiamo la decurtazione dalla prossima fattura dell’importo di questo pasto ai genitori della Sc. Inf. Giuseppe Vecchio, restiamo a Vs. disposizione per ogni eventuale ed ulteriore informazione.Il responsabile Ufficio Prodotto Qualità e Sicurezza Alessandra Corzani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Riapre al transito la Strada provinciale nr 26 del Piano

Fine lavori, il 24 maggio si potrà di nuovo circolare. Soddisfazione della Provincia

Taglia le tamerici di Galenzana, denunciato dai Carabinieri

La specie è stata completamente eradicata, l'uomo individuato grazie a testimonianze

Anziana colta da malore in chiesa, interviene l’elisoccorso

La donna soccorsa col defibrillatore e trasportata nel parcheggio dove è atterrato Pegaso