L’appello ai candidati a sindaco di tre associazioni elbane

di Associazione Libera Scelta Elba, Legambiente Elba, Circolo Laudato Si' Elba

Panorama Elba occidentale

Le sottoscritte associazioni dell’isola d’Elba, in spirito di collaborazione e al di là di ogni schieramento, con questo comunicato intendono offrire ai candidati sindaco del capoluogo elbano e ai loro collaboratori, degli spunti di riflessione e concrete richieste nell’interesse del territorio e della gente che lo abita.

Nell’attesa di conoscere gli interventi programmatici e le persone che li gestiranno, ci permettiamo di segnalare che qualsiasi iniziativa lungimirante e non ideologica, non potrà prescindere dalla presa d’atto del momento storico in cui viviamo: nonostante le rassicurazioni e al di là del giudizio etico, il fatto è che siamo in guerra.
Le nazioni che più subiranno il contraccolpo di questo drammatico evento, saranno proprio le economie manifatturiere più importanti dell’UE: Germania e Italia.
L’isola d’Elba è prevedibile che sia doppiamente colpita sia per il forte legame turistico con la Germania che per il mancato sviluppo di quella nuova clientela che si andava sviluppando nella classe medio alta della Federazione Russa.

Tutte le guerre portano con sé indicibili sofferenze, divisioni ideologiche, distruzione, povertà per la gran parte della popolazione e arricchimento di una ristrettissima élite internazionale.
Se non ci affidiamo soltanto alla buona fortuna, dobbiamo pensare e programmare un futuro molto prossimo in cui anche sulla nostra isola aumenterà la richiesta di assistenza per necessità vitali come cibo, assistenza sanitaria, scolarizzazione e integrazione, che già oggi soffrono una situazione emergenziale, tanto più lo diventeranno con l’immiserimento della popolazione locale e l’arrivo di persone disperate anche dall’Europa guerreggiante.
Chiediamo ai candidati delle varie liste:

– se intendono schierarsi con chi cerca una via diplomatica ai conflitti, promuovendo una cultura della non violenza e della pace, favorendo con azioni concrete le istituzioni e le  organizzazioni senza fine di lucro rivolte a tale scopo.
– Con quali provvedimenti, fondi e azioni, intendono far fronte alla tutela della salute pubblica, “anche agli indigenti”, come previsto dalla nostra Carta Costituzionale, nella quale è insito il principio di “prevenzione delle malattie” ed esplicitamente quello di “rispetto della persona umana.” Se per quanto detto intendano costituire un tavolo istituzionale di ascolto rispetto ai problemi sanitari con le associazioni di cittadini che se ne occupano.
– Sono disponibili a prevedere uno strumento istituzionale operativo coi i volontari che si occupano di assistenza e integrazione alla parte piĂą bisognosa della nostra comunitĂ  al fine di accogliere con provvedimenti concreti ed efficaci le esigenze dei volontari e dei loro assistiti?
Suggeriamo ai candidati di non sottovalutare il potenziale decadimento civile, culturale ed economico di una piccola comunitĂ  come la nostra se attraversata da forti differenze sociali. Sebbene rispetto ai grandi agglomerati urbani siano molto attenuati, abbiamo giĂ  assistito a fenomeni di degrado sociale e criminale, mancata accoglienza e integrazione, potenzialmente pericolosi per le persone, ma anche per la nostra particolare economia turistica.
– Come per le altre grandi aree tematiche, chiediamo un tavolo di confronto istituzionale e continuativo con le associazioni e le personalitĂ  del settore per quanto riguarda la tutela della salubritĂ  dell’aria, del suolo, del mare, dell’attivitĂ  agricola, della manutenzione del verde pubblico, della salvaguardia delle aree boschive, della rinaturalizzazione di aree degradate o compromesse, della cementificazione e impermeabilizzazione del territorio.

Da parte nostra, senza alcuna velleità politica, con la massima umiltà, ci offriamo di contribuire all’armonia sociale della nostra comunità, con lo stesso impegno che abbiamo fin qui messo nella nostra opera totalmente gratuita e in puro spirito di servizio.
Con la speranza di un Vostro positivo riscontro vi inviamo i nostri piĂą cordiali saluti e auguri di buona riuscita.

Portoferraio,  aprile 2024

 

LIBERA SCELTA ELBA                       LEGA AMBIENTE              CIRCOLO LAUDATO Sì ELBA

Isola d’Elba

2 risposte a “L’appello ai candidati a sindaco di tre associazioni elbane

  1. isolato Rispondi

    l’appello è interessante, in parte fuori contesto, almeno per le elezioni relative ai sibndaci e ai rinnovi dei consigli comunali.
    interessante la proposta di un tavolo per l’assistenza e l’integrazione
    ambigua la proposta di un tavolo di confronto continuativo per la tutela della salubrità perchè sottintende una riserva di affidamento a specifiche associazioni; il confronto deve esserci, ma con tutti.
    l’evidenza del limite delle scelte aprioristiche degli interlocutori istituzionali si ha con la riserva per esempio accordata alle associazioni ambientaliste nei consigli direttivi dei parchi,
    il parco è una istituzione pubblica nel consiglio ci va chi è riconosciuto per cultura e sue competenze idoneo, la copertura dell’adesione ad una ssociazione ambientalista non è un bollino di qualitĂ , anzi vedendo la storia spesso è viatico per gestioni non sempre lineari.

    12 Aprile 2024 alle 10:54

  2. Paolo Rispondi

    Credo che andrebbe promosso da tutti i comuni il messaggio che all’Elba cemento ZERO…. Non si costruisce più nulla di nuovo, ma si recupera e basta… quanto VENDESI esiste??? Che messaggio daremmo ai turisti? Se poi ci abbiniamo un parco marino fatto con criterio, che permetta all’amatore di fare la sua pescatina e a chi ci lavora di viverci avremmo fatto bingo!!!

    12 Aprile 2024 alle 9:58

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Sinistra Italiana, rosso-verde in campo per la lista Zini

di Francesco Ghini, Segretario di Sinistra Italiana Circolo Valdicornia-Elba