Portoferraio

VI.VO., on line la pagina Facebook dedicata a Vincenzo Vozza

Nasce la scuola di balli latino- caraibici fondata dallo sfortunato ragazzo e a lui dedicata

Oggi 17 febbraio, è nata la pagina Facebook VI.VO ASD “VINCENZO VOZZA”, scomparso prematuramente alla vigilia di Natale. Il 17 non è un numero a caso ma quello che Vincenzo portava sulla maglia quando faceva parte della squadra di rugby nella quale militava. La pagina è nata dalla volontà dei soci di intitolare a Vincenzo, fondatore insieme ad un gruppo di amici della scuola di ballo, dove si era impegnato anima e corpo nel promozionarla e far conoscere la disciplina dei balli Latino-Caraibici , divertendosi e coinvolgendo. Vincenzo aveva una passione sfrenata amava ballare e divertirsi con gli amici. Sono tanti gli iscritti ma proprio per ricordarlo e per far si che il progetto vada avanti e cresca ancora di più i soci hanno deciso di ricordarlo in maniera indelebile associando il suo nome a quello che era diventata la sua passione. Per eventuali informazioni e iscrizioni, telefonare ai seguenti numeri  392 0812122 – 328 0192894 o scrivere a vivoasd24@gmail.com
Una frase resta indelebile nella pagina, una dedica a Vincenzo VINCE chi non è semplicemente di passaggio ma chi, passando resta. VINCE chi rimane VI.VO. nel cuore❤
Questo l’indirizzo della pagina Facebook: https://www.facebook.com/vi.vo.asd.scuola.di.ballo.vincenzo.vozza

 

 

Una risposta a “VI.VO., on line la pagina Facebook dedicata a Vincenzo Vozza

  1. Luciana Rispondi

    Bellissima Iniziativa… ne sarà fiero!

    23 Febbraio 2024 alle 8:14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Giuseppe Pulvirenti pronto a correre per l’Ultramaratona

Nuova impresa insieme a Diversamente Sani per l’acquisto di un Caress Flow

Intelligenza artificiale: opportunità, sfide e orizzonti etici

Conferenza organizzata dal Lions Club Isola d’Elba venerdì 12 aprile alla De Laugier

2 aprile, giornata della consapevolezza sull’autismo

Il post di Marco Landi: "Oggi tutti possiamo compiere un passo verso le famiglie"