Rinnovata la collaborazione tra il Parco e Sea Shepherd

Obiettivi sono preservazione della biodiversità marina e protezione degli habitat costieri

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano e Sea Shepherd hanno firmato il rinnovo del protocollo d’intesa per la preservazione della biodiversità marina e la tutela degli habitat costieri, con focus su Pianosa, Capraia e Giannutri. Gli obiettivi includono la lotta alle attività illegali, il pattugliamento delle acque protette, e la sensibilizzazione delle comunità locali. Le parti collaboreranno in azioni di tutela della biodiversità, utilizzando il sistema di video-sorveglianza del Parco, effettuando pattugliamenti periodici e promuovendo la sensibilizzazione pubblica attraverso eventi e visite guidate. La collaborazione sarà implementata attraverso riunioni operative per definire attività, tempistiche e modalità.

Questa firma rappresenta la conferma degli accordi con cui il Parco Nazionale Arcipelago Toscano e Sea Shepherd uniscono le forze per preservare la biodiversità marina e proteggere gli habitat costieri. La continuità di questa partnership testimonia l’impegno a lungo termine delle due entità per la salvaguardia dell’ambiente marino.

Il personale impiegato da Sea Shepherd opera avvisando prontamente le autorità di vigilanza preposte (Capitaneria di Porto-Guardia Costiera e Guardia di Finanza) nei casi in cui si verifichi una qualsiasi delle attività in contrasto con la normativa vigente nella superficie protetta a mare del Parco Nazionale Arcipelago Toscano. Dunque, un supporto delle attività di vigilanza delle Forze dell’Ordine competenti nel mare dell’Arcipelago Toscano in particolare nei mesi a più alta densità turistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Il workshop sul futuro della Grande Traversata Elbana

Legambiente: Un consorzio e un sistema per la governance del turismo lento all’Elba

Lacona, confermato, l’area di sosta per camper non si farà

Il Consiglio di Stato dà ragione al Parco. La zona sarà destinata al parco giochi

23 Febbraio, la Grande Traversata Elbana e altri cammini

A Marciana Work Shop su futuro e organizzazione del turismo lento all’Isola d’Elba