Il sindaco di Rio che “snobba” le allerta meteo

di Gruppo Consiliare "Cambiamo"!

Il Comune di Rio, da alcuni anni a questa parte, si sta caratterizzando con palesi singolarità nell’ambito degli altri Comuni elbani: se il buon senso va da una parte, Rio va dall’altra.

Una fra queste singolarità, è che quando la sala zonale della protezione civile segnala un allerta meteorologico, evidentemente il Comune di Rio non lo ritiene congruo, lo sottovaluta, quasi banalizzandolo, e fa il contrario: lascia le scuole aperte, incurante dei possibili pericoli.

Già qualche settimana fa, si è assistito — quanto meno — ad una divergenza di opinioni con la direzione scolastica, che molto opportunamente aveva sospeso le lezioni in assenza di un provvedimento amministrativo comunale.

Il concetto è chiaro: sappiamo tutti, perché ce lo dicono gli esperti, che i cambiamenti climatici stanno modificando le stagioni e alimentano sempre di più dei veri e propri tornadi, con trombe marine e piovaschi di sempre maggiore intensità. Le raffiche del vento abbattono alberi, come è successo ieri a Rio Marina vicino alle scuole e sulla panoramica; la strada di accesso al paese a nord, è poi stata messa in serata per un breve tratto a senso unico alternato, per pericoli di altre rovinose cadute di alberi.

La protezione civile consiglia alle persone di circolare solo per motivi essenziali, ed il Comune che fa? Come se non succedesse niente. Manda regolarmente a scuola i ragazzi.
La lista CAMBIAMO ! ha già criticato questa superficialità, ed esortiamo il Sindaco a cambiare atteggiamento di fronte a questi eventi. La difesa del suolo, la messa in sicurezza del territorio (vedi il ponte di Bagnaia e l’invaso di Nisporto), la tutela della salute dei paesani, non possono essere trattati in modo secondario e devono invece costituire la prima priorità di un’Amministrazione che abbia a cuore gli interessi della comunità.

 

5 risposte a “Il sindaco di Rio che “snobba” le allerta meteo

  1. Luciano Rossi Rispondi

    Gli acquazoni e i temporali ci sono sempre stati e sempre dico sempre siamo andati a scuola….e non e’ mai morto nessuno. Ogni scusa e buona per festeggiare

    1 Dicembre 2023 alle 20:03

  2. Davide Rispondi

    Le allerta meteo vanno prese in considerazione ma non bisogna ad ogni perturbazione e mareggiata bloccare le attività scolastiche e lavorative dei cittadini. Il sindaco ha il dovere di valutare la situazione ed in base alla propria esperienza e a quella dei suoi collaboratori, eventualmente interrompere le attività scolastiche o lavorative, ripeto non è necessario farlo ad ogni temporale e vento forte, viviamo su un’isola e siamo soggetti a giornate con eventi atmosferici rilevanti, pertanto dobbiamo adeguarci e non semplicemente chiuderci nelle proprie abitazioni, chi non si sente sicuro, lo può fare, tutti gli altri che siano liberi di muoversi e vivere sulla nostra isola.
    Grazie

    30 Novembre 2023 alle 11:14

  3. Elia Rispondi

    Secondo me state esagerando. Innanzitutto, a Rio si sta davvero bene, i cittadini non si sentono abbandonati.
    In secondo luogo, è giusto tutelare gli studenti. Ma qui ogni volta che da tempo brutto si blocca tutto! Non sarà mica che piú del vento gli altri comuni hanno paura di qualcos’altro? Cosa succederebbe se accadesse una disgrazia e si scoprisse che il comune non ha fatto quello che doveva fare? Forse il comune di Rio è l’ unico a non avere grandi scheletri nell’armadio? E suggerirei al sindaco di Portoferraio di occuparsi soprattutto di coloro nel suo comune che quest’inverno dormiranno in macchina. Perché le tempeste faranno più male a loro che hai ragazzi chiusi in classe a studiare al caldo! O forse non avete i soldi per il riscaldamento delle scuole e preferite che i ragazzi stiano a casa?
    Di tutte le allerte meteo che ci sono state da settembre ad ora, non c’è n’è stata una, dico una, che in qualche modo avrebbe potuto bloccare le lezioni. Forse è più pericoloso il tragitto da casa a scuola? Forse le strutture non sono del tutto sicure?? La scuola è una cosa seria. State insegnando ai ragazzi ad avere paura di due soffi di vento e qualche schizzo di pioggia.

    30 Novembre 2023 alle 11:10

  4. Loretta Marinelli Rispondi

    Sono proprietaria di una seconda casa a Rio e condivido pienamente quanto sopra esposto. Nell’ultimo anno ho notato molta superficialità da parte del Comune per quanto riguarda la tutela e la cura del territorio. Rio ha conosciuto decisamente momenti migliori. Speriamo che le autorità competenti si assumano le proprie responsabilità riguardo l’argomento.

    29 Novembre 2023 alle 23:54

  5. Anichini Maria Rispondi

    Il comportamento del Sindaco è davvero incomprensibile, espone a rischio molte persone e dimostra incompetenza quando invece dovrebbe avere cura della incolumità dei suoi concittadini. Sinceramente non mi sembra all altezza del ruolo che riveste!

    29 Novembre 2023 alle 23:39

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pasquale, il mio carissimo nemico

di Umberto Mazzantini

Una proposta di legge regionale per il fine vita

di Comitato  proposta legge regionale LIBERI SUBITO