Si ribaltano in cinque in auto, il conducente era ubriaco

Revoca della patente di guida per il ventunenne elbano che si trovava al volante

E’ stato molto alto negli ultimi giorni  il livello di attenzione posto, nelle attività di polizia di prevenzione a ridosso del Ferragosto, dai Carabinieri della Compagnia di Portoferraio  nell’ambito del  servizio straordinario disposto dal Comando Provinciale di Livorno.

Nel decorso fine settimana, sono stati effettuati dai militari della Compagnia Carabinieri di Portoferraio e delle dipendenti Stazioni numerosi interventi su richieste pervenute al NUE 112, per le motivazioni più disparate: schiamazzi notturni, liti, incidenti stradali, soccorso pubblico a utenti della strada e del mare.

In dettaglio, nel corso di un intervento per schiamazzi, un 29 enne capoliverese è stato sanzionato per ubriachezza in luogo pubblico, con una multa da oltre € 100.

A seguito di sinistro stradale, avvenuto a Porto Azzurro alle primi luci dell’alba di domenica mattina, che ha visto l’uscita di strada di uno scooter finito in una scarpata, per fortuna senza conseguenze gravi per il conducente, un 27enne del luogo si è rifiutato di essere sottoposto ad accertamento del suo tasso alcolemico, incorrendo così nella sanzione più grave prevista per questo tipo di condotta: patente di guida ritirata e sospensione del documento di guida fino a 2 anni, oltre alla denuncia all’Autorità Giudiziaria, con pene che possono raggiungere anche un anno di arresto ed € 6.000 multa.

Un altro incidente è avvenuto in piena notte tra domenica e lunedì a Portoferraio, sulla SP 24, in cui un’autovettura si è ribaltata, superando lo spartitraffico e finendo nella corsia opposta di marcia. All’interno del mezzo cinque giovani, alcuni rimasti miracolosamente illesi. Il conducente dell’auto, un 21 enne portoferraiese neopatentato, a seguito dei rilievi affidati ai Carabinieri elbani è risultato positivo all’etilometro, con tasso alcolemico pari a 1,89 g/l (per i neopatentati il valore deve essere pari a zero). Per lui è scattato il ritiro immediato della patente e la denuncia alla Procura della Repubblica di Livorno, per guida in stato di ebbrezza alcolica in conseguenza di sinistro stradale con feriti; è prevista la revoca della patente di guida.

Un automobilista 62enne portoferraiese, invece, sottoposto a un normale controllo alla circolazione stradale, è stato trovato alla guida della sua auto non assicurata da oltre 6 anni: per lui è scattato il sequestro del veicolo e una multa da quasi € 1.000. Altri due veicoli sono stati sequestrati dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile per circolazione in assenza della prescritta copertura assicurativa.

L’attività preventiva, che ha visto coinvolte diverse pattuglie delle Stazioni e del Nucleo Operativo e Radiomobile, ha consentito, solo nella sera di domenica, l’identificazione di 63 persone e 48 veicoli, controllare 25 obiettivi sensibili e 7 esercizi pubblici.

I controlli dell’Arma su tutta l’isola proseguiranno per garantire la sicurezza dei residenti e dei numerosi turisti.

Una risposta a “Si ribaltano in cinque in auto, il conducente era ubriaco

  1. Amedeo Anselmi Rispondi

    questa descritta è soltanto l’ attività messa in atto dai Carabinieri, se aggiungiamo anche l’ attività di controllo, prevenzione e repressione della Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Polizia Locale, i numeri riportati nell’ articolo aumentano sicuramente e presentano un quadro triste e preoccupante per gli autisti elbani che conducono veicoli….non vi pare?

    16 Agosto 2023 alle 11:44

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Controlli dei NAS dei Carabinieri, sanzionati cinque locali

Gli interventi a Capoliveri, Portoferraio e Rio. Effettuati anche sequestri di alimenti

Parcheggio Capo Bianco: si chiude il processo , tutti assolti

Gli accusati erano Mauro Parigi, Giuliano Pardi e i coniugi Enrico Cioni e Raffaella Pucci

Capi d’abbigliamento contraffatti, sequestrati 5000 pezzi

Dalla Guardia di Finanza duro colpo ai fornitori. Valore commerciale circa 2 milioni