Portoferraio- Le foto

All’Elba lo sceicco di Abu Dhabi col suo mega yacht Opera

L'imponente imbarcazione da 450milioni di euro avvistata fuori la darsena medicea

Chi transitava nella zona del porto e nella Calata di Portoferraio, non poteva non girarsi verso la darsena dove sullo sfondo faceva bella mostra di se uno dei più grandi yacht al mondo. Parliamo dell’Opera 146 metri di lunghezza e dal costo stimato in 450 milioni. Il proprietario, lo sceicco di Abu Djabi, Sheikh Abdullah bin Zayed Al Nahyan e la principessa Shaikha Aljazia Saif Modhd Alnanyan. Non da soli però, accompagnati da 80 persone dello staff. La barca costruita quest’anno ha due eliporti, due piscine e un beach club e può ospitare 48 persone in 24 cabine super lussuose. A Terra quattro automobili con vetri scuri hanno atteso al Molo Gallo un cenno dai responsabili dello staff per portare in giro l’illustre ospite.

 

4 risposte a “All’Elba lo sceicco di Abu Dhabi col suo mega yacht Opera

  1. Max Rispondi

    Vengono x esibizionismo nel loro paese non licaga nessuno….

    9 Agosto 2023 alle 20:15

  2. Motomania Rispondi

    Perché a dubai farrano gli sciavi e in Italia fanno la bella vita grazie a coni che paghiamo tante tasse salati lo stato ci vive con queste persone

    21 Luglio 2023 alle 14:24

  3. Roberta Rispondi

    A chi troppo e a chi niente dice un proverbio. Parlo di quei poveri africani chiamati clandestini che ogni giorno rischiano la vita per venire in Europa e mi domando come mai non si dirigono verso gli emirati arabi così notoriamente ricchi .non dovrebbero rischiare di annegare perché non c’è un mare da attraversare e poi sono pur della stessa religione. A voi le conclusioni…….boh

    20 Luglio 2023 alle 18:44

    • Nab Rispondi

      Europa inventa costruisce per esampio lo yacht che lo ha costruito. Germania altre li fanno in Italia in Francia loro comprano e consumano e basta grazie a una materia sotto solo si chiama pitrolio ma lavoro da loro nn lo trovi e si lo trovi deve avere fatto studi specifici e un disgraziato che cerca di vivere fa di tutto per campare in un mondo piano di disuguaglianza e nn solo per un africano ora anche certe europei lotta per supra vivere in un mondo di Luppi affamate sempre. A tanti a lupo sinora

      21 Luglio 2023 alle 17:28

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

GEM Island Festival, l’isola d’Elba cocktail bar a cielo aperto

Dal 1 luglio al 31 agosto il festival diffuso che unisce enogastronomia ad arte e musica

Marciana Marina si propone come capitale culturale

di Jacopo Bononi, presidente Premio Letterario La Tore

Procchio chiude la sua stagione di eventi Napoleonici

Venerdì 15 settembre, presenti i figuranti, con la tradizionale intervista all'Imperatore