Marciana Marina

Firmato dal sindaco l’accordo di valorizzazione della Torre

Il progetto del comune prevede il recupero strutturale e il potenziamento culturale

Martedì 23 maggio 2023, è stato firmato l’Accordo di valorizzazione per la Torre degli Appiani di Marciana Marina, tra il Segretario regionale del Ministero della Cultura per la Toscana, dott.ssa Giorgia Muratori, il Direttore dell’Agenzia del Demanio – Direzione Toscana e Umbria, dott. Dario Di Girolamo, il Sindaco di Marciana Marina, Gabriella Allori e il Soprintendente per le province di Pisa e Livorno, arch. Valerio Tesi. La firma dell’Accordo rappresenta la tappa più importante del procedimento di Federalismo culturale, che si concluderà con il trasferimento del bene dallo Stato al Comune di Marciana Marina. Le notizie storiche che riguardano la costruzione della Torre sono limitate, ma pare accreditato il suo inserimento nel sistema difensivo degli Appiani, Signori di Piombino, tra XV e XVI secolo. Dal punto di vista architettonico e stilistico, il confronto con altre torri costiere conferma la datazione della Torre all’epoca tardorinascimentale, ovvero alla metà del Cinquecento. La composizione architettonica è a pianta circolare, con una base tronco-conica, cordolo in granito e collo cilindrico, che presenta alla sommità una terrazza con alta merlatura e il cassero aggettante sull’ingresso presumibilmente originale. La Torre di Marciana Marina ha tutte le caratteristiche e le potenzialità per diventare l’attrattore turistico culturale principale del territorio di Marciana Marina e uno degli attrattori principali dell’isola. Infatti, la Torre di per sé, intesa come struttura architettonica difensiva, si pone come elemento di forte richiamo per turisti e residenti, come dimostrano le esperienze della Torre Pisana di Populonia, della Torre del Candeliere di Massa Marittima, del Torrione e del Rivellino di Piombino, che sono oggi tra i principali luoghi della cultura della costa maremmana. Il progetto presentato dal Comune di Marciana Marina prevede non soltanto il recupero strutturale ma anche la valorizzazione culturale della Torre degli Appiani – o Torre Medicea – edificio di grande valore non solo per il comune in cui è inserita ma per la memoria e l’identità storico-culturale di tutte le comunità dell’Isola d’Elba.Il programma di valorizzazione culturale è finalizzato a favorire la fruizione della Torre da parte di cittadini e di turisti, con l’obiettivo di incrementare, da un lato, la conoscenza storica e culturale dei cittadini, favorendo così un più intenso senso identitario da parte della cittadinanza, e dall’altro, un maggiore livello di attrattività turistica, vista anche la localizzazione estremamente favorevole del bene, inserito lungo la passeggiata, in estate frequentatissima, che collega il lungomare con il porticciolo dei pescatori e delle imbarcazioni da diporto.
All’interno della Torre, utilizzando la tecnologia e la multimedialità, sarà allestito un percorso che permetterà al visitatore di immergersi nella storia del monumento e del contesto nel quale sono inseriti Marciana Marina, il territorio e l’Isola d’Elba, fino a raggiungere la terrazza panoramica, con un congruo orario di apertura che prevede nei periodi di maggior afflusso aperture continuative e su prenotazione e in occasione di eventi negli altri periodi. Inoltre, l’impiego di personale altamente qualificato permetterà di garantire l’erogazione di servizi aggiuntivi quali visite guidate, attività didattiche, laboratori educativi rivolte sia alle scuole e alle famiglie del territorio che ai turisti.

Una risposta a “Firmato dal sindaco l’accordo di valorizzazione della Torre

  1. andrea bernotti Rispondi

    Trovo che l’utilizzo della “Tore” come ritrovo culturale e di fruizione , volendo, anche museale,con riferimento a personaggi storici del territorio elbano sia una possibilità di crescita evolutiva sia per il territorio che per coloro i quali usufruiranno di questa possibilità.

    27 Agosto 2023 alle 11:54

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

L’idea: un tunnel che collega Elba, Corsica e Sardegna

Consentirebbe di andare da Livorno a Olbia in 4 ore in auto, sul tracciato di Terna

Il 2024 porta nuovi collegamenti aerei con la Germania

Dal 17 maggio due rotte di Rhein-Neckar Air con un Dornier 328/100 da 32 posti

Il Comune di Rio investe sulla Polizia Municipale

Vigili dotati di un particolare software gestionale multiuso. Ecco come funziona