Accadde il 22 maggio, l’annuario della memoria elbana

di Giovanni Frangioni

Il 22 maggio 1904, l’Elba e la Corsica si riuniscono in festa. Il loro primo incontro risale al XV secolo. L’Elba in festa ha accolto con vivo entusiasmo i fratelli di Corsica (i bastiesi) al Molo Mediceo. Con il piroscafo Alessandro Volta arrivano a Portoferraio 400 gitanti. Il sindaco di Portoferraio cav. avv. Giuseppe Bigeschi dà il benvenuto e fa sapere che proprio il 22 maggio 1885, era morto il grande Victor Hugo. I corsi contraccambieranno con pari generosità, il 19 giugno 1904. Nella circostanza, la città di Bastia ha offerto in dono all’Elba una composizione che raffigura le due isole gemelle.
(Tratto da “Lo Scoglio” n.91).

Il 22 maggio 1799, il Montserras, per mascherare l’abbandono delle sue posizioni e i movimenti delle sue truppe sulle difese della Piazza di Longone, organizza un bombardamento violentissimo.
(Tratto dal libro “Porto Azzurro nascita, vita e vicende” di Valdo Vadi).

Nella seconda quindicina di maggio 1799, per iniziativa del Col. De Gregorio, comandante della Piazza di Longone, ebbe luogo un convegno al quale parteciparono, da una parte il Capo-Anziano di Marciana, Cerbone Vadi (il
quale teneva, in campo, il comando degli insorti elbani d’Occidente con altri capi delle milizie Marcianesi) e ,dall’altra, emissari dello stesso De Gregorio. Quest’ultimo si proponeva, infatti di scatenare una grande offensiva intesa ad
estromettere i Francesi dall’Elba e, a questo scopo, richiedeva il concorso delle milizie Elbane. Fu, pertanto, concertato e messo a punto un comune piano d’azione.
(Tratto dal libro “Marciana Marina nascita, vita e vicende” di Valdo Vadi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

“L’Isola d’Elba nella 2.a Guerra Mondiale”, la presentazione

L'evento il 17 giugno alle ore 21 presso la sala consiliare del Comune di Campo nell’Elba