Giro d’Italia, Simone Velasco a caccia di tappe con l’Astana

Si parte sabato, l'elbano insieme a Cavendish è uno dei punti di forza della squadra

Fra  gli otto ragazzi dell’Astana Qazaqstan che partiranno per il Giro d’Italia 2023 ci sarà anche l’elbano Simone Velasco. Il team kazako – come ricorda il quotidiano specializzato on line quibicisport.it –  non punterà a un piazzamento nella classifica generale, ma proverà ad andare a caccia di tappe. L’indiziato principale a portare a casa il bottino è Mark Cavendish. Nella giornate in cui la corsa finirà in volata, il britannico avrà tutto il team a sua disposizione. L’ex campione del Mondo ha già vinto 16 frazioni alla corsa rosa e ha tutta l’intenzione aumentare il palmares. In questa stagione, però, non è mai andato oltre il terzo posto, ottenuto nella frazione d’esordio al UAE Tour e alla Scheldeprijs. Vedremo se alla corsa a tappe italiana riuscirà a sbloccarsi.

Nelle tappe più complicate, ma non di alta montagna, potrebbero trovare un ruolo da protagonisti nelle fughe da lontano gli azzurri Samuele BattistellaGianni Moscon, Simone Velasco e Christian Scaroni. Se i primi due vengono da una stagione sfortunata e con tanta voglia di rivalsa, gli altri hanno vissuto una buona prima parte di anno (Velasco ha anche vinto una tappa alla Volta Valenciana) e ora puntano a una conferma.

Per le frazioni con tanti chilometri da scalare, oltre che da non escludere per la lotta alla maglia blu, l’Astana porta lo spagnolo Luis Leon Sanchez, il kazako Vadim Pronskiy e lo statunitense Joe Dombrowski.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Gravel: Titolo Italiano Acsi di categoria per Andrea Taccini

Alla Nova Eroica Gravel il ciclista di Cicli Brandi Elba Team è quindicesimo assoluto

Simone Velasco, primo giorno senza tricolore un anno dopo

L'atleta di Procchio ottavo nel Campionato Italiano che lo aveva visto vincitore nel 2023

Simone Velasco: “Vi racconto il mio Giro d’Italia”

Il campione d'Italia all'Elba qualche giorno, poi il giro di Svizzera e un pensierino al Tour