/ IL VIDEO DI PRESENTAZIONE

Magnetic Opera Festival 2022, si inaugura la rassegna

Alla Linguella con Giovani Eroi, musiche di Handel e Vivaldi. E' l'ottava edizione

Il Magnetic Opera Festival 2022, giunto alla sua ottava edizione, inaugura venerdì 8 luglio alle ore 21.30 a Portoferraio, presso l’area archeologica della Linguella, con il concerto Giovani Eroi all’insegna del più raffinato repertorio barocco. Giovani e affermati artisti interpretano i personaggi eroici e le mitiche vicende, tra amore, gelosia, guerra e intrighi, evocate dalla musica di Georg Friedrich Händel e Antonio Vivaldi. Star della serata l’attesissimo controtenore polacco Jakub Józef Orliński, per la prima volta all’Isola d’Elba per il MOF 2022, e il mezzosoprano Natalia Kawałek, specialista indiscussa del repertorio e gradito ritorno per il pubblico del festival. Le voci sono accompagnate dall’ensemble barocco Il Giardino d’Amore, diretto dal maestro Stefan Plewniak nel doppio ruolo di direttore e solista al violino.

La serata è un invito a immergersi nelle atmosfere di Ercole su’l Termodonte e Andromeda liberata di Vivaldi e Tolomeo, Re d’EgittoRodelindaRinaldoGiulio Cesare in Egitto e Teseo di Händel, grazie all’accurata selezione delle più belle arie e duetti. E ancora, pagine strumentali scelte dal Concerto in fa maggiore “Il Proteo ò sia il mondo al rovescio” RV 544, dal Concerto in sol minore RV 578a e dal Concerto in re minore RV 540 di Vivaldi.

Il Festival prosegue poi lunedì 11 luglio alle ore 21.30 in Piazza Matteotti a Porto Azzurro con Swinging Generation, progetto crossover tra swing, musica classica e pop con la brillante voce di Natalia Kawałek, accanto al timbro caldo ed emozionale di Stan Plewniak e la The FeelHarmony band guidata da Stefan Plewniak. Quindi mercoledì 13 luglio, alle 11, ci spostiamo nella raccolta cornice del Santuario della Madonna delle Grazie di Capoliveri per il concerto per organo e sassofono ORGANic WOODWINDs, che vede allo strumento a fiato il polistrumentista stiriano Georg Gratzer e all’antico organo di Filippo Tronci del 1738 l’organista, improvvisatore e direttore d’orchestra austriaco Johannes Ebenbauer, impegnati in un inedito dialogo fatto di improvvisazioni su canti gregoriani e inni medievali, arrangiamenti del repertorio classico, ma anche composizioni proprie. Lunedì 18 luglio alle ore 21.30 è la volta della serata di punta del Festival 2022 alla Linguella di PortoferraioUna serata con José Carreras, gala concerto con protagonista il grande tenore spagnolo e, accanto a lui, il pluripremiato soprano croato-sloveno Martina Zadro con l’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane diretta da David Giménez. Corona il programma martedì 26 luglio alle 21.30, sempre alla Linguella di PortoferraioLa Bohème di Giacomo Puccini, per la regia di Alessandro Brachetti e le scene e i costumi di Artemio Cabassi; protagonisti Renata Campanella e Danilo Formaggia, accompagnati dal Coro dell’Opera di Parma preparato da Emiliano Esposito e dall’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane diretta da Stefano Giaroli. Completano il festival anche tre Matinée di musica da camera in Piazza Matteotti a Capoliveri alle ore 10 di domenica 10 luglio, domenica 17 luglio e martedì 26 luglio.

Il Magnetic Opera Festival è realizzato con il patrocinio dei Comuni di Portoferraio, Porto Azzurro e Capoliveri.

I biglietti del MOF 2022 sono disponibili su www.liveticket.it/maggyart.

Tutte le informazioni sono consultabili sul sito www.maggyart.it e sui canali social ufficiali dell’Associazione Maggyart Facebook e Instagram.

In caso di maltempo il concerto Giovani Eroi si terrà sabato 9 luglio, Una serata con José Carreras si terrà martedì 19 luglio e La Bohème mercoledì 27 luglio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Associazione Amici del Festival, il concerto di Matteo Bussi

Venerdì 22 luglio al Centro Culturale De Laugier si esibisce il giovane pianista elbano

Irene Guglielmi e i Funky Bump in concerto a Porto Azzurro

La cantante elbana si esibirà domenica 17 luglio in Piazza Matteotti con il suo gruppo

Ancora un prestigioso premio per il pianista Matteo Bussi

Il giovanissimo musicista elbano ha vinto il Concorso Internazionale Città di Villafranca