Mola, il Comune ha rimosso i rottami del naufragio

Intanto resta a sbarrare la foce di Mola il relitto di un catamarano naufragato

Il Comune di Capoliveri ha mantenuto la promessa e ha provveduto a rimuovere e smaltire i rottami del naufragio di diverse imbarcazioni, causato dalla tempesta che ha colpito l’Isola d’Elba nel novembre 2021, che i volontari di Legambiente avevano accumulato – ripulendo l’intera costa dell’area umida di Mola – in diverse giornate di lavoro e parte dei quali erano stati già rimossi da ASA.

“Legambiente Arcipelago Toscano – si legge in un comunicato –  ringrazia l’Amministrazione comunale di Capoliveri per l’intervento e per le iniziative di ulteriore tutela di Mola che ha in programma.”

Intanto, resta a sbarrare la foce di Mola il relitto del catamarano che veniva utilizzato da un’impresa della Repubblica Ceca per effettuare immersioni subacquee. Comune Parco Nazionale e Capitaneria di Porto hanno già avviato iniziative per la rimozione del relitto, ma la burocrazia ritarda i lavori e il degrado dell’imbarcazione è sempre più preoccupante. Per questo, nei prossimi giorni Legambiente scriverà all’ambasciata in Italia della Repubblica Ceca per sollecitare un suo interessamento e perché i costi della rimozione e dello smaltimento del catamarano abbandonato non ricadano sulla comunità capoliverese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Scomparsa di Mario Morosi, il cordoglio della Polisportiva

Fu socio fondatore e per alcuni anni anche presidente della stessa associazione sportiva

Alla Vantina le atmosfere musicali dei DataZero

Il concerto domenica 19 giugno a partire dalle 21,30, il duo chitarra e voce

Bambina di tre anni investita all’uscita della scuola

Immediati i soccorsi, intervenuto l'elisoccorso che ha trasportato la piccola al Meyer