/ le foto

Portoferraio, torna il progetto “Và dove ti porta il bus”

Il progetto-viaggio educativo di AT dedicato agli alunni dielementari e medie inferiori

Il viaggio di “Va’ dove ti porta il bus” è partito. Il progetto didattico regionale promosso da Autolinee Toscane, che vede la partecipazione di ben 76 classi, è in fase di conclusione. 

A Portoferraio hanno partecipato le classi VA e VB della Scuola Casa del Duca. 

  Il progetto prevedeva la realizzazione di un percorso didattico di 6 ore a classe, finalizzato ad incentivare l’uso dei mezzi pubblici da parte dei più giovani, fornire gli strumenti di base per muoversi in autonomia e con consapevolezza nella città, sviluppando il senso di appartenenza al proprio territorio, favorendo l’immagine del bus, non solo come mezzo di trasporto, ma anche come mezzo di incontro e socializzazione, evidenziando il concetto di “bene pubblico” per la collettività. Sono complessivamente tre gli incontri che ogni classe seguirà con il supporto di operatori didattici qualificati.  

  Gli alunni delle classi Va e VB della Scuola del Duca di Portoferraio, – dopo che in aula è stato presentato loro il servizio urbano della città e l’organizzazione dell’azienda, sottolineando l’importanza del rispetto delle regole ed i vantaggi dell’utilizzo dei mezzi pubblici che garantiscono anche sicurezza e rispetto dell’ambiente – sono stati accompagnati dall’operatrice didattica sui bus, così da mettere in pratica le regole apprese, scoprendo i luoghi di interesse che grazie alle linee urbane è possibile incontrare, salendo appunto su un autobus. 

Gli studenti sono saliti su un bus della linea 2, fermata Casa del Duca RSA; una volta arrivati sono saliti su un bus della linea 5. 

Durante i due percorsi in bus gli studenti hanno potuto osservare la zona del porto, il ponticello, le mura medicee, la darsena, la porta a mare, la linguella, il Duomo, la Chiesa della Misericordia, Chiesa del SS Sacramento, il centro culturale De Laugier, Piazza della Repubblica, Palazzo della Biscotteria, Le Galeazze ed hanno parlato del “Polpo lesso” pietanza di interesse gastronomico del centro storico. 

  Attualmente i ragazzi sono impegnati nella produzione di illustrazioni, accompagnate da brevi descrizioni, dei luoghi che hanno avuto modo di fotografare durante il tour in bus.  

  Così si è espressa l’insegnante Iolanda Rizzi, a cui vanno gli auguri di Autolinee Toscane per il suo pensionamento: “Il progetto “Va dove ti porta il bus” è stato interessante e ben accolto dalla classe. È stato scelto di valorizzare un percorso che collega la zona portuale al centro storico di Portoferraio. Con l’aiuto dell’operatrice sono stati scelti i luoghi di maggior valenza tenendo presente molteplici aspetti da quello ambientale a quello storico folcloristico – gastronomico. Grazie alle lezioni in classe i ragazzi hanno appreso i principi fondamentali di come si debba adoperare un mezzo pubblico e la sua valenza ecosostenibile. Le nozioni apprese sono state poi messe in pratica durante l’uscita didattica. I ragazzi si sono messi direttamente alla prova ed hanno potuto apprezzare ulteriormente il loro territorio grazie al lavoro svolto di ricerca sui diversi punti di interesse”. 

  

Al termine del progetto tutti gli studenti hanno ricevuto un attestato di partecipazione e sarà consegnato alla scuola un manifesto con la mappa del servizio urbano di Portoferraio con i disegni realizzati. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Una “Veleggiata 4ALL” coi Timonieri Sbandati

di Circolo della Vela Marciana Marina

L’intervista ai monumenti verdi di Portoferraio

di Istituto Comprensivo "Pertini" di Portoferraio

I giochi de “Il LUDOBUS della Maremma” tornano all’Elba

Nei giorni 22 e 23 giugno a Pomonte e a Marciana. L'iniziativa della Proloco di Marciana