Il video e le interviste

Veste rinnovata per il teatro dei Vigilanti Renato Cioni

Scoperte pitture murali napoleoniche sconosciute. La consistenza dei lavori fatti

E’ di nuovo aperto al pubblico il Teatro dei Vigilanti- Renato Cioni, restituito alla città in veste rinnovata dopo un importante intervento di restauro, riqualificazione ed efficientamento energetico durato 17 mesi. Un intervento particolarmente importante non solo perché ha restituito alla struttura il suo originale splendore. ma anche perché ha permesso di scoprire nei palchi nuove pitture murali di probabile epoca napoleonica di cui non si conosceva l’esistenza. Il taglio del nastro è stato effettuato dal Sindaco Angelo Zini e dall’assessore alla cultura Nadia Mazzei alla presenza delle principali autorità locali. Presente, insieme all’allora assessore alla cultura Massimo Scelza, anche l’ex sindaco Giovanni Fratini sotto la cui consiliatura il teatro tornò riapri al pubblico nellì’ormai lontano 1997. “L’opera di restauro – ha spiegato l’Arch. Elisabetta Coltelli, progettista delle opere architettoniche e direttore dei lavori illustrando le lavorazioni effettuate – ha permesso di restituire alla comunità un luogo che è stato centro di cultura e aggregazione per oltre due secoli. Presenta all’inaugurazione del teatro anche George Edelman direttore artistico del Festival Elba Isola Musicale d’Europa

 

Una risposta a “Veste rinnovata per il teatro dei Vigilanti Renato Cioni

  1. Marinari Mauro Rispondi

    Tutto ottimo e tutto fatto per il bene dalla città e con un grande lavoro da parte dei dirigenti del Comune e con i dovuti ringraziamenti al Sindaco ( ricandidato) uscente e alla giunta.
    Solo che farlo durante la campagna elettorale in corso con tanto di cerimonia, discorso e filmati è al di fuori delle norme di comportamento e di comunicazione fissate dall’ Agcom…il Sindaco poteva e doveva limitarsi , se proprio era cosi’ indispensabile questa inaugurazione in questo periodio , al semplice taglio del nastro e voi come media locali,quatomeno non dovevate trasmettere foto e video della cerimonia in cui compare in veste ufficiale, ( in quanto candidato alle prossime elezioni.)
    La regola è molto chiara : ,”non si possono utilizzare e diffondere immagini di eventi ,beni, cerimonie istituzionali a cui partecipano i concorrenti alle elezioni nei trenta giorni precedenti la scadenza elettorale. ”
    Quindi anche a Portoferraio bisogna rispettare le regole come negli altri comuni italiani.
    Grazie per l’attenzione.
    MARINARI MAURO
    Coordinatore/ garante lista BENE COMUNE

    21 Maggio 2024 alle 15:43

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Con il mercato europeo è stata festa grande a Portoferraio

L'evento si è svolto lo scorso fine settimana organizzata da Confcommercio comune