Coppa del Mondo Gravel, bene Andrea Taccini in Sardegna

L'elbano del Cicli Brandi Elba Team sesto di categoria, ora spera nel pass per i Mondiali

Lo scorso 25 Aprile si è svolta ad Orosei (NU) la prima delle due tappe previste in Italia (la seconda si svolgerà a fine Agosto in Piemonte) del calendario 2024 TREK UCI Gravel World Series; le tappe in totale saranno 19 a livello mondiale (si sono già svolte in Australia, Spagna, Austria) ed avrà il culmine ad Ottobre con il Mondiale in Belgio.

Per Andrea una trasferta di 48h in Sardegna per essere al nastro di partenza nella sua categoria M6 su un percorso di 148km e 2300mt di dislivello composto da 3 giri di un circuito da 41km più i due tratti di trasferimento da 12km; il circuito prevedeva due anelli di cui uno interno con continui sali-scendi su asfalto e strappi brevi ma ripidi a doppia cifra per poi allacciarsi al secondo anello composto da sterrato con annesse difficoltà dovute alla tipologia del percorso e raggiungere infine, con l’utilizzo di una caratteristica passerella, la spiaggia di sabbia bianca di Berchida all’interno del parco naturalistico.

La gara del corridore del Cicli Brandi si è svolta in maniera regolare, controllando i diretti avversari della stessa categoria mantenendo la 5^ posizione fino a che, poco prima del termine del tratto sterrato nel terzo ed ultimo giro, la perdita di aderenza della ruota anteriore causava una caduta che causava lievi abrasioni e lo portava, dopo 5h46’ di gara, ad un ottimo 6° posto di categoria alla fine di uno sprint a due nel finale.

Benché il piazzamento sia andato ben oltre ogni rosea previsione ed Andrea abbia fatto un’ottima gara, le possibilità di riuscire a qualificarsi per il Mondiale sono limitate, ma siamo ancora in attesa delle comunicazioni ufficiali.

Il Cicli Brandi, infine, ringrazia anche il suo tesserato Stephane Galgani che oltre a condividere la trasferta con Andrea Taccini, è stato di supporto prestando assistenza durante lo svolgimento della gara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Simone Velasco: “Vi racconto il mio Giro d’Italia”

Il campione d'Italia all'Elba qualche giorno, poi il giro di Svizzera e un pensierino al Tour

Simone Velasco, la corsa rosa col tricolore sulle spalle

Il "pro" elbano dell'Astana al Giro d'Italia. L'intervista dopo il giorno di riposo

Velasco: “Che emozione, correre il Giro in maglia tricolore”

L'elbano della Astana a Tuttubiciweb: "Indossare questo simbolo per me è un onore"