, ,

Centro storico, fondamentale l’attenzione al sociale

di Francesco Semeraro

Vista l’apertura della campagna elettorale amministrativa, ieri 20 aprile sono andato in Piazza Cavour ad ascoltare il candidato sindaco Tiziano Nocentini della lista “Portoferraio c’è” che nella sua seconda uscita si è spinto ad affrontare i problemi del Centro Storico di Portoferraio.

Il Centro Storico è sempre stato nei programmi delle passate Amministrazioni e quasi sempre si è rivelato una spina nel fianco determinando, a fine mandato, un nulla di fatto che molte volte ha sfiorato il fallimento totale di dare al Centro Storico quella valorizzazione che merita per la sua unicità e bellezza decantata anni fa da una rivista che lo definì “ Il più bel Centro Storico del Mediterraneo”  Speriamo che questo non si ripeta.

Da come ho capito il candidato Nocentini Tiziano è determinato nel pensiero che il Centro Storico deve servire come volano di rigenerazione dell’intera città. Nocentini si è detto convinto che è indispensabile migliorare l’attrattività  turistico-commerciale del Centro storico premiando anche le attività commerciali e artigianali annuali. Vuole migliorare il decoro e la pulizia senza trascurare la sicurezza e l’ordine pubblico del Centro Storico e rivedere la situazione parcheggi. Al riguardo il Candidato Sindaco dedicherà un apposito Assessorato per il Centro Storico.

Ma cosa ho maggiormente apprezzato di questa presentazione, anche se non si è parlato di sanità specifica, è che questa lista civica pone una particolare attenzione al Sociale del Centro Storico dove vivono una grande percentuale di persone anziane molte delle quali in grande povertà e in ambienti inadatti come molti immigrati e persone sole che a volte fanno fatica a curarsi perché la sanità pubblica le nega visite specialistiche e di prevenzione ed esami diagnostici. Un dato non trascurabile è che molti di loro in assoluta dignità a volte devono scegliere se fare il pranzo o la cena.

Francesco Semeraro.

3 risposte a “Centro storico, fondamentale l’attenzione al sociale

  1. Marisa Rispondi

    Sarebbe bello riprendere questa tradizione ma credo sia molto osteggiata dalle catene dei supermercati e discount …. purtroppo !! 😔

    23 Aprile 2024 alle 11:11

  2. andrea Rispondi

    Purtroppo sabato non ho potuto partecipare per caso è stato fatto un video per poter ascoltare il comizio ? grazie

    23 Aprile 2024 alle 9:19

  3. Franca Rispondi

    Una volta esistevano i piccoli negozi di generi alimentari ubicati anche dentro il mercato coperto che erano un punto di riferimento per gli abitanti del centro storico ..oltre a garantire la spesa sulla fiducia per le persone che non arrivavano a fine mese con i proventi delle pensioni,rappresentavano un punto di incontro e di socializzazione importante .

    21 Aprile 2024 alle 18:52

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Il saluto del sindaco Nocentini a Don Antonio Mazzi

L'evento della Fondazione Exodus. Don Antonio ha battezzato la figlia di due educatori

Zini: “Il ripascimento l’abbiamo progettato e finanziato noi”

L'ex sindaco: "La ditta ha dovuto posticipare l'intervento per impegni già assunti"

Ripascimento delle spiagge di Scaglieri e della Biodola

Il sindaco: "Tempi dipesi da nostri predecessori, lo chiedono a gran voce gli operatori"