ForesYoung, l’arte della Foresiana presentata dai ragazzi

Il progetto delle classi quinte del Liceo delle Scienze Umane R. Foresi di Portoferraio

Con un nome così emblematico, “ForesYoung” – scelto proprio per richiamare alla mente l’idea di uno spazio museale sempre più contemporaneo e all’avanguardia, – il progetto targato S.M.Ar.T e rivolto a due classi di V Liceo delle Scienze Umane R. Foresi di Portoferraio non poteva che nascere sotto una buona stella.

I risultati del lavoro – ovvero un catalogo 4.0 realizzato interamente dai ragazzi e disseminato di riferimenti, citazioni, spunti e stimoli a cavallo fra esperienze personali, territorio locale e link culturali contemporanei – saranno presentati Venerdì 12 Aprile, dalle ore 11:00, presso la Sala Cinema Nello Santi all’interno del Centro Culturale De Laugier, in una cerimonia pubblica alla presenza delle istituzioni locali.

Avviato nel Dicembre 2023 e sviluppatosi attraverso un importante lavoro di visite guidate curate dalla Direttrice del Sistema Museale, Valentina Anselmi, e da un lavoro di coordinamento efficiente in aula ad opera del Prof. Alessio Zipoli dell’Istituto Foresi, il progetto ForesYoung è stato introdotto per coinvolgere gli studenti nella catalogazione e nello studio delle opere conservate all’interno della Pinacoteca Foresiana, dando avvio ad attività di ricerca e collaborazione fra scuola ed enti museali, in modo da rinsaldare il legame fra territorio e cultura, attraverso l’utilizzo di linguaggi multimediali contemporanei in grado di attrarre e stimolare i più giovani, ricostruendo una lingua inclusiva e comune, fra passato e presente e fruibile a tutti.

Usando come stella polare alcune delle principali opere conservate nella Pinacoteca, dal ritratto di Raffaello Foresi di Antonio Ciseri  alla Tamerice di Llewelyn Lloyd, dal Pietro Gori di Plinio Nomellini fino ad alcune opere minori, ancora poco esplorate e per questo importanti da rendere visibili, i ragazzi hanno creato associazioni e legami multimediali fra il patrimonio artistico esistente e riferimenti contemporanei (tracce audio, componimenti letterari, video e immagini) andando a costruire un catalogo digitale consultabile anche attraverso QrCode, inseribile in progetti di promozione della Pinacoteca portoferraiese come brochure, cataloghi e materiale informativo.

Spiega Giacomo Alberto Vieri, Responsabile della Comunicazione di S.M.Ar.T, che: “Si tratta di un compendio vivace, che ascolta e accoglie la voce delle giovani generazioni sull’arte e il territorio. E’ un primo passo e come tale è stato ricco di soddisfazioni, sorprese e stimoli di ricerca importanti riguardo a come può essere percepito, e poi veicolato, il nostro patrimonio museale”.

L’impaginato grafico del progetto, disponibile per i partecipanti anche in forma cartacea,  a  rappresentazione del grande valore di testimonianza e impegno profuso, è stato realizzato dal grafico Maurizio Lirussi, che si è già occupato del catalogo “Incursioni Parallele” per l’omonima mostra dell’estate 2023 in collaborazione con la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma.

Alla presentazione di Venerdì 12 sarà inoltre presente anche Giulia Degli Innocenti, giovane studiosa di Marciana Marina, che lo scorso mese ha conseguito il diploma accademico di primo livello presso il Dipartimento di Comunicazione e Didattica dell’Arte alle Belle Arti di Firenze con una tesi dal titolo “Llewelyn Lloyd, il periodo elbano e il paradiso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

“Un mondo di nuvole VI”, racconti e musiche dei ragazzi

Il resoconto della presentazione del progetto editoriale per i ragazzi delle medie

Corso di formazione per docenti su neuroeducazione

All'interno del programma Erasmus + con Jesus C. Guillen, astrofisico

Hypno, un laboratorio di scrittura al Liceo scientifico

L'iniziativa in un incontro online tenutosi al Grigolo con Alessandro Pasquinucci