La Festa degli Alberi con i ragazzi di Casa del Duca

Fondazione Elba: una tappa del progetto "Cittadini custodi della cultura contadina"

La Festa nazionale degli Alberi che si è celebrata il 21 novembre nel plesso scolastico di Casa del Duca è stata un’occasione di incontro tra partner e sostenitori del progetto Cittadini Custodi della Cultura Contadina Elbana realizzato dalla Fondazione Isola d’Elba, capofila, con altri Enti e partner. All’incontro hanno partecipato enti del Terzo Settore, alunni, famiglie, insegnanti ed autorità.
Protagonisti dell’evento, organizzato dal Lion’s Club Isola d’Elba che ha donato sei alberi da collocare nella zona verde della scuola primaria di Casa del Duca, sono stati gli studenti di tutte le classi elementari e i ragazzi della quarta Indirizzo Agrario dell’ITCG Cerboni, accompagnati per l’occasione dai professori Alessandro Petri e Gennaro Bellomo.

Sotto la supervisione degli insegnanti e di Paolo Cortini, membro del Lion’s Club Isola d’Elba che con dedizione si prende cura da anni dell’area verde dell’istituto, gli alunni dell’Agrario hanno messo a dimora gli alberi trasformandosi per un giorno in docenti per  insegnare con passione e gentilezza ai più piccoli che, con entusiasmo, si sono divertiti ad aiutare i più grandi lavorando con pale e zappe.

Presenti per l’occasione il sindaco di Portoferraio Angelo Zini e l’assessora Chiara Marotti, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Portoferraio Cap. Giuseppe Boccia, i Carabinieri Forestali con il Tenente Colonnello Stefano Cipriani, Comandante del Reparto Carabinieri PNAT che ogni anno incontrano gli alunni di Casa del Duca insegnando loro il ciclo vitale degli alberi e il rispetto per l’ambiente, e la preside dell’Istituto Comprensivo Pertini, Prof.ssa Daniela Pieruccini.

Sono intervenuti, fra gli altri, Auser odv, che quest’anno si occuperà di alcune aiuole dell’area verde destinate alla coltivazione delle ortive, e il dottor Francesco Marino, curatore dell’Orto dei Semplici presso l’Eremo di Santa Caterina ed esperto erborista che, assieme ai ragazzi del Cerboni costruirà una struttura percorribile dedicata alle piante della macchia mediterranea affinché gli alunni di Casa del Duca possano riconoscerle, curarle, classificarle e scoprirne gli usi tradizionali e culinari.

Presente anche l’Accademia della Cucina Isola d’Elba ed il maestro chef Alvaro Claudi che ha raccontato ai presenti la storia di uno degli alberi da frutta piantati durante l’evento: il gelso bianco, una volta molto presente sull’isola e adesso abbastanza raro da trovare. L’Accademia della Cucina insegnerà ai bambini a preparare piatti semplici della tradizione elbana, prima tra tutti la rinomata “Schiaccia briaca” nel periodo che precederà le feste natalizie.

Tra gli ospiti anche Marevivo Onlus e l’Associazione Astrofili Elbani, che in due incontri ha mostrato alle classi quinte il ciclo del sole e della luna e l’influenza di stelle e pianeti sui cicli di coltivazione delle piante.
Per festeggiare la giornata ogni classe della scuola primaria ha preparato bandierine e girandole da regalare ai presenti, allietandoli con poesie, filastrocche, canzoni sul tema. Curiosi, sensibili ed attenti i bambini sono i primi ambasciatori del clima e saranno loro a ristabilire un corretto rapporto con la natura: per questo il progetto “Cittadini Custodi della Cultura Contadina Elbana”  si rivolge a loro per sensibilizzarli sul tema e renderli protagonisti delle azioni che con i più grandi andranno a svolgere, come quello di raccogliere le testimonianze, le foto, i documenti di famiglia che parlano della tradizione contadina elbana per costruire un archivio della memoria collettivo.

 

Per informazioni: fondazioneisoladelba@gmail.com   o  Giada Lottini +39 338 384 4558

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Il workshop sul futuro della Grande Traversata Elbana

Legambiente: Un consorzio e un sistema per la governance del turismo lento all’Elba

Lacona, confermato, l’area di sosta per camper non si farà

Il Consiglio di Stato dà ragione al Parco. La zona sarà destinata al parco giochi