Iniziano le Performance itineranti per scoprire il Paesaggio

Un evento congiunto tra Smart e Fondazione Italo Bolano al Falcone

Nell’ambito del programma organizzato in occasione dell’apertura del nuovo Spazio Bolano alle Fortezze Medicee del Comune di Portoferraio, in collaborazione con la Fondazione Italo Bolano e SMART – Sistema Museale dell’Arcipelago Toscano, prende il via il percorso performativo dell’attore e performer Francesco Dendi, che prevede l’unione di parola, suono e immagine, nello spirito della ricerca, dell’esplorazione e della curiosità, attraverso un lavoro sul paesaggio elbano visibile e udibile, partendo dai luoghi e dagli artisti che li hanno abitati.

Il nuovo Spazio Bolano, recentemente inaugurato, si trova sopra l’Enoteca, anch’essa recentemente riaperta al pubblico, con ingresso da Via Guerrazzi, e accoglie le 38 ceramiche donate da Italo Bolano alla sua città tra il 2017 e il 2019.

Lo Spazio è stato recuperato e le opere riallestite secondo moderni criteri di fruibilità grazie al concorso PAC2021 – Piano per l’Arte Contemporanea – del Ministero della Cultura. E stato anche prodotto un bellissimo catalogo disponibile nelle librerie della città.

Dopo il concerto di Musica elettroacustica del gruppo E.C.G.di Prato, offerto al pubblico al tramonto negli spazi della Fortezza, è ora la volta di una altro evento nuovo per l’Isola.

Chi è Francesco Dendi? Un curriculum di tutto rispetto con  una laurea nel 2010 in Storia del Vicino Oriente Antico e successivamente, coltivando la passione per il teatro, nel 2013 con un diploma alla scuola Il Mestiere del Teatro del Teatro Stabile della Toscana. Maestri sono stati nomi autorevoli quali Paolo Magelli, Marcello Bartoli, Massimo Luconi, Giancarlo Cobelli, Luca Lazzareschi, Cesare Molinari, Laura Forti, Pierre Debauche e molti altri. I suoi corsi di specializzazione in coreografia, tecnica della danza contemporanea e improvvisazione non si contano.

Ha fondato la Compagnia Terzo Piano Teatro (poi Factory TAC) con la quale produce diversi spettacoli e lavora come attore e regista.

Tra gli altri incarichi è conduttore di laboratori sia per bambini che per adulti, gestisce dal 2010 lo spazio culturale La Gualchiera a Prato ed è organizzatore di tutte le sette edizioni del Festival Young Station. Collabora, sia in veste artistica che organizzativa, con il Festival di Radicondoli dal 2012.

È’ possibile sintonizzarsi sulla frequenza di un paesaggio?

Dopo un periodo di residenza sull’Isola, l’attore Francesco Dendi realizzerà delle tracce audio composte dai suoni raccolti nel paesaggio e da una narrazione autoriale, frutto di uno studio e di una ricerca site-specific su luoghi e personaggi. Le tracce faranno parte integrante della performance partecipativa che verrà eseguita in tre repliche alle Fortezze Medicee, portando gli spettatori alla scoperta dell’importante complesso storico e della collezione di ceramiche allestita nel nuovo Spazio Bolano, attraverso un percorso immersivo che incontra il paesaggio circostante attivando prospettive inesplorate.

Suono e immagini del territorio, insieme alle parole di un racconto inedito, solleciteranno lo spettatore emotivamente e apriranno una riflessione tra l’atto poetico e l’ambiente.

Inizio del percorso:

Forte Falcone, via del Falcone 7-9, Portoferraio

Durata: 1 ora circa – Ogni partecipante dovrà essere munito di cellulare e cuffiette

Evento gratuito, prenotazione obbligatoria ai cell: 347 0393170 / 338 6996406

arte@italobolano.com

La performance è compresa nel biglietto d’ingresso alle Fortezze Medicee:

intero 7 €; ridotto 4 €; gratuito bambini fino a 8 anni, portatori di handicap con accompagnatore, residenti a Portoferraio, guide turistiche nell’esercizio dell’attività, giornalisti con tesserino (Consulta la pagina: https://www.museiarcipelago.it/musei/fortezze-medicee/)

date: 1, 2 e 4 settembre ore 18.30

Fortezze Medicee

WALK IN SOUND – frequenze del paesaggio

Di e con Francesco Dendi, produzione Factory Tac

Performance itinerante dal Forte Falcone allo Spazio Bolano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Una mostra alla Gran Guardia per ricordare Flavia Gattoli

L'esposizione sarà inaugurata il 30 marzo alle ore 17 e resterà fino al 6 aprile