Pianosa, salta il coperchio: privilegi per magistrati e Vip

Due articoli-scandalo de "Il Giornale": si indaga su alloggi a buon mercato, sesso e favori

Da mercoledì 23 agosto gira sui social elbani un articolo de Il Giornale, a firma del giornalista Luca Fazzo, il cui titolo risuona pressappoco come ” Benvenuti al Pianosa resort, club esclusivo per magistrati in possesso di alcuni requisiti”. L’articolo ha fatto ben presto il giro del web, suscitando indignazione da una parte e battute pesanti dall’altra, sulla falsariga dei “soliti privilegiati” e del “tanto fanno come gli pare”. Ma c’è dell’altro.

Gli articoli a dire la verità sono due, ed il secondo ha risvolti molto più pesanti, come si evince dal titolo dell’articolo: “Sesso, favori e frodo nel paradiso verde dove non è reato commettere peccati”.  Ma – la domanda sorge spontanea – cosa è successo a Pianosa, fra l’altro in piena era Covid, fra il 2020 e il 2022?

Proviamo a riassumere attraverso un resoconto fatto dal giornale on line poliziapenitenziaria.it . 

“A Pianosa, riserva naturale tutelata dallo Stato, -si legge su poliziapenitenziaria.it –  sembrano essere emersi diversi reati, tra cui la pesca abusiva di cernie da parte di detenuti, in violazione della legge. La Procura di Livorno ha raccolto informazioni su questi reati nel fascicolo 1456/22, basandosi sulle denunce di alcuni detenuti.
Sono in corso indagini su trentasette persone, tra cui detenuti, agenti, il direttore del carcere  e un sottufficiale dei Carabinieri elbano.
Tuttavia, alla fine delle indagini, i magistrati di Livorno hanno chiesto l’archiviazione del caso, anche se la decisione finale spetta al giudice per l’udienza preliminare.
Nell’indagine sono emersi anche altri episodi, come l’ingresso di donne a Pianosa per incontrare detenuti e un episodio in cui un detenuto è stato sorpreso durante un rapporto sessuale con una turista il 20 agosto 2020.
Ci sono stati anche riferimenti a VIP che visitano l’isola in circostanze poco chiare, utilizzando i mezzi navali della Polizia Penitenziaria.
L’11 luglio 2020, in particolare, una motovedetta della Polizia Penitenziaria è stata fotografata mentre approdava a Pianosa con diversi ospiti VIP a bordo.
Secondo le indagini dei Carabinieri, al centro di tutto ci sarebbe  un assistente della Polizia Penitenziaria  e le sue azioni sarebbero state coperte dal direttore  e dalla comandante”.

La vicenda, ovviamente, ha avuto risalto a livello nazionale, finendo addirittura sul sito Dagospia.com, specializzato nel gossip ad alto livello. I nomi dei Vip che hanno potuto visitare Pianosa (senza stare a sindacare sul motivo della visita)  in barba alle regole e alle restrizioni sono tanti e molto importanti: fra questi personaggi del calibro di Massimo Boldi, Vittorio Sgarbi, Pippo Baudo, solo per citare i più noti, proseguendo con cantanti, calciatori e manager pubblici.

Ci fermiamo qui, perchè le indagini non sono state chiuse: si parla di intercettazioni ambientali che hanno coinvolto  – come già detto – 37 persone, tutte sembrerebbe attualmente indagate. Le indagini, pare – secondo quanto dice oggi il giornale Il Tirreno – riguarderebbero anche la gara di appalto per la gestione dell’albergo, che è sotto la giurisdizione del comune di Campo nell’Elba.

Una risposta a “Pianosa, salta il coperchio: privilegi per magistrati e Vip

  1. Alessandro Gentini Rispondi

    Ma pianosa non è territorio del comune di Campo nell Elba ??

    24 Agosto 2023 alle 21:43

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Autolinee Toscane: “i cambi di orario non li decidiamo noi”

La risposta al cittadino di Rio Elba: "Le decisioni le prendono Enti Locali e Regione"

Incontro fra marittimi e presidente del Consiglio Regionale

Si è tenuto sulla Stelio Montomoli, preoccupazione per tagli a personale e servizi

La mappa dei redditi: Isola d’Elba sotto la media nazionale

I dati del MEF. La più ricca (si fa per dire) è Portoferraio, in Italia comanda Portofino