Portoferraio

ZTL, villeggianti, decoro e vivibilità del centro storico

lettera firmata

Riceviamo e pubblichiamo una lettera firmata indirizzata al sindaco di Portoferraio Angelo Zini sulla ZTL.

Gent.mo Signor Sindaco
Comune di Portoferraio
Stamattina, appena alzato, mi sono ricordato che, dovendo venire all’Elba il prossimo mese di giugno, devo rinnovare il permesso di transito e sosta nella ZTL. Prima di inviare i documenti necessari, ho ritenuto opportuno controllare se sul sito del Comune ci fossero delle novità sugli ingressi nel Centro Storico. Poco ci è mancato che il caffelatte mi andasse di traverso. “Stai calmo, ragiona e, prima di andare in escandescenze, leggi il regolamento, magari una soluzione per il tuo caso la trovi e forse la decisione del Comune non è del tutto sbagliata”, mi sono detto. Ho letto allora tutto il regolamento e, sbollita la rabbia, ho cominciato a ragionare: ” Conosco diverse persone che hanno la residenza a Portoferraio ma che di fatto abitano in continente e vengono all’Elba solo per turismo. Potrei valutare una soluzione del genere, i vantaggi non sarebbero pochi, prova solo a pensare al costo del traghetto, all’IMU, alla tassa dei rifiuti ….certo è che adesso i controlli sono molto rigidi e poi devo pensare agli svantaggi che avrei perdendo la residenza a Bologna….”. Messa da parte l’idea, anche perchè non voglio vivere nell’incubo di controlli, denunce, delazioni e chi più ne ha più ne metta, sono andato a rileggere le finalità indicate nell’art. 1 del Regolamento: “ favorire la sosta dei residenti che potranno parcheggiare in tutti gli spazi disponibili della ZTL, migliorare la vivibilità ed il decoro della Città Storica, agevolare la viabilità pedonale e gli accessi ai siti culturali e museali, incentivare tutte le forme di mobilità sostenibile compatibili con il Centro Storico, ed il TPL”. Quindi, per esclusione, siamo noi, proprietari di seconde case, che trascorriamo le vacanze a Portoferraio, a compromettere la vivibilità ed il decoro della Città Storica. Sinceramente per uno come me, e come tanti altri, figli di Portoferraiesi o addirittura nativi, è un’offesa. Ho conosciuto Portoferraio quando in via della Misericordia i bimbi giocavano per strada e le donne, nelle sere d’estate, sedute sui gradini della Misericordia, si perdevano in chiacchiere; quando, se avevi bisogno di un litro di latte, non dovevi andare all’Eurospin. Quel mondo non
esiste più e i Portoferraiesi hanno abbandonato il Centro Storico, così come, di conseguenza, lo hanno abbandonato i piccoli esercizi commerciali. Ha mai fatto, Signor Sindaco, un giro nella parte alta del Centro quando la stagione turistica è terminata, magari di sera? La città è vuota. Ma, dico io, ringraziando il cielo, ci sono persone che comunque hanno investito i loro risparmi nell’acquisto di una casa per le vacanze o, come nel mio caso, l’hanno ricevuta in eredità e continuano ad investire soldi per conservarla. Queste persone hanno sicuramente a cuore la “vivibilità ed il decoro della Città Storica” perché forse e più dei residenti amano Portoferraio, dove hanno le proprie radici. Noi, Signor Sindaco, non siamo turisti, che arrivano, consumano, se ne vanno e chissà se torneranno. Per noi
bisognerebbe usare una parola ormai in disuso, siamo villeggianti, veniamo in villeggiatura a Portoferraio, e vi soggiorniamo anche per diversi mesi. Non voglio con questo individuare una nuova categoria di aventi diritto, anche se non sarebbe sbagliato, ma segnalare un forte disagio e la discriminazione nei nostri confronti. Mi sarei aspettato che, a fronte di un divieto, ci fosse stata una proposta alternativa, un progetto cioè di riorganizzazione dei parcheggi limitrofi al Centro o la costruzione di nuovi parcheggi, magari a pedaggio gratuito per chi ha il tagliando azzurro. Questo non evita certamente il disagio, ma almeno lo attenua. Consideri Signor Sindaco che ho 76 anni e che gli anni sono una malattia destinata ad aggravarsi. Credo però che questo le interessi ben poco, d’altronde noi non abbiamo diritto di voto a Portoferraio. Nella speranza che lei dedichi una qualche attenzione alla mia lettera, Le porgo i più distinti saluti
Lettera firmata

3 risposte a “ZTL, villeggianti, decoro e vivibilità del centro storico

  1. carlo Rispondi

    però sig. Del Punta chi ha la seconda casa deve far pure la spesa e portarla a casa se lei non mi fa transitare chi mi porta a casa l’acqua e il resto? vorrei anche capire se gli 829 nuclei residenti sono tutti residenti semi permette qualche dubbio c’è. nel caso il comune non dovrebbe far pesare sui proprietari di seconde case i vari balzelli triplicati rispetto ai residenti, cominciassero se sono capaci a a ragionare a 360 gradi e non solo pro residenti

    28 Maggio 2023 alle 22:20

  2. Punta Andrea del Punta Rispondi

    Purtroppo il centro storico non può più sopportare questo continuo assedio di auto e moto, un intervento era doveroso e personalmente lo condivido. Il Comune deve però trovare soluzioni ai parcheggi dei turisti e soprattutto dei residenti altrimenti sarà solo un segnsle negativo, contestabile e senza un domani. Per quanto riguarda il signore “nativo” ma non più residente lo capisco ma si deve fare una ragione che non è possibile una soluzione ad personam, deve sperare che venga istituito un servizio gratuito di navetta per il centro storico sovvenzionato dal comune e gestito da privati durante il periodo estivo.

    25 Maggio 2023 alle 22:51

  3. LUCA Rispondi

    LEI HA RAGIONE MA SE SI INCOMINCIA A DARE TAGLIANDINI DA RESIDENTI ANCHE AI “VILLEGGIANTI” TORNA TUTTO COME PRIMA CHE BASTAVA CONOSCERE QUALCUNO IN COMUNE PER FARSI DARE I TAGLIANDINI.. ADESSO VANNO CENTELLINATI E SOPRATTUTTO CONTROLLATI E SANZIONATI DAI VIGILI I TRASGRESSORI, D’ALTRA PARTE COME C’E’ SCRITTO SUL SITO DEL COMUNE I NUCLEI FAMILIARI NEL CENTRO SONO 829 E I PARCHEGGI 569 E’ MATEMATICA…OTTIMA L’IDEA DI LASCIARE DEI POSTI NELLE VICINANZE PER I TAGLIANDINI AZZURRI E GIALLI EX CASERMA FINANZIERI, BRICCHETTERIA ETC BUTTIAMO GIU’ GLI EDIFICI INUTILIZZATI ALLE GHIAIE E CREIAMO PARCHEGGI COPERTI A PAGAMENTO PER RESIDENTI E NON, SONO CONVINTO CHE IN TANTI PAGHEREBBERO UNA QUOTA ANNUALE PER MOTO, MACCHINE ETC STESSO DISCORSO PER EX MERCATO COPERTO SI RISOLVEREBBERO DEI PROBLEMI ALTRIMENTI IRRISOLVIBILI..SOLO CHE CI VOGLIONO GLI ATTRIBUTI…

    24 Maggio 2023 alle 14:16

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Grazie di cuore al reparto di Ginecologia ed Ostetricia

Una lettrice ringrazia il personale, "mi ha assistito in una gravidanza difficile"

“Mi chiedo perché non mi viene ritirata la spazzatura”?

Una lavoratrice stagionale lamenta un disservizio nella salita di San Rocco

Papa Francesco scrive al liceo delle scienze umane

La risposta del Santo Padre agli studenti che lo avevano invitato a collegarsi on line