/ GUARDA GLI HIGHLIGHTS

Stosek e Fasolis dominano la Capoliveri Legend Cup

La carica dei 1600 sui sentieri di Monte Calamita. L'elbana Cervini terza nel "Classic"

Quasi 1.600 gli iscritti per la quattordicesima edizione della Capoliveri Legend Cup powered by Scott, la spettacolare gara Marathon prova Internazionale UCI – Hors Catégorie. Vittorie perentorie per il ceco Martin Stosek, al suo terzo successo a Capoliveri, mentre al femminile centra la prestigiosa vittoria Costanza Fasolis.

La gara si è corsa sulle tracce dell’UCI MTB Marathon World Championships 2021 in una versione più soft, con confermato il tratto del passaggio sulla Spiaggia del Cannello a Punta Rossa, nelle Miniere del Monte Calamita. Il percorso Marathon prevedeva una distanza di 75 km per 2.900 D+. Oltre 250 volontari, più lo staff del Capoliveri Bike Park, schierato per garantire tutti i servizi, come sempre impeccabili, offerti dalla gara elbana.

Giornata e scenario spettacolari, quelli offerti da Capoliveri e dall’Isola d’Elba, in un contesto naturalistico davvero unico. Il Monte Calamita e le Miniere del Vallone e del Ginevro sono una parte della storia del paese e dell’intera isola d’Elba. Questi complessi minerari sono stati attraversati dalla gara, voluti dai ragazzi del Capoliveri Bike Park, fortemente legati al loro territorio e alla loro storia.

 

Partenza alle ore 8:30 da viale Italia di Capoliveri, per andare ad affrontare subito la durissima salita di Zigurt, che allunga il gruppo, per raggiungere il GPM della “Garitta”, dopo 2,5 km di gara, vinto dal belga della Wilier Pirelli Wout Alleman, ma con tutto il gruppo dei migliori a seguire in fila indiana.

Al passaggio dell’Asta, dopo 12 km di gara, al comando è sempre Alleman, seguito da Medvedev, Rabensteiner, Nicolas Samparisi, Cuervo, Siffredi, Stosek per citare solo i primissimi.

 

All’entrata delle “Gettate”, dopo circa 19 km di gara al comando é Stosek, seguiro da Alleman, Rabensteiner, Medvedev e tutti i migliori. L’unico attardato è lo svizzero Marc Stutzmann, attardato da una foratura.

 

Allo spettacolare passaggio dalla “Polveriera”, dopo 24 km di gara, Al comando ritroviamo Alleman, seguito da Medvedev, Rabensteiner, Siffredi, Andrin Beeli, Nicolas Samparisi, Paez, Stosek, Dorigoni, Arias Cuervo, De Cosmo, Seewald, Porro, Valerio e Billi. Attardato da una foratura lo svizzero Casay South.

 

La gara prosegue con continui saliscendi che, man mano, mietono vittime, ma la svolta decisiva avviene dopo il 40° km, sulla salita di “Buzzancone”, dove Stosek forza il ritmo e fa saltare il gruppo. Al suo inseguimento resta la coppia Wilier Pirelli composta da Alleman e Rabensteiner.

 

Al passaggio dal “Muro della Leggenda”, dopo 52 km di gara, rimangono invariare le posizioni di testa, con Stosek solitario al comando, seguito a quasi un minuto e mezzo da Alleman e Rabensteiner, quarto transita Madvedev seguito da Arias Cuervo, Seewald, Dorigoni, De Cosmo, Nicolas Samparisi, Paez e Siffredi. Da qui mancano 23 km al termine.

 

Nulla cambia nei chilometri finali per la vittoria, con Martin Stosek, al suo terzo successo a Capoliveri, che chiude con il tempo di 3 ore, 13 minuti e 50 secondi.

Dopo oltre due minuti chiude il campione europeo ed italiano Fabian Rabensteiner, mentre terzo chiude Wout Alleman. In quarta posizione giunge Arias Cuervo davanti ad Andreas Seewald, che proprio qui lo aveva preceduto nel 2021 andando a conquistare il titolo di campione del mondo.

 

Classifica Marathon maschile

1 Martin Stosek – Canyon Northwave Mtb Team 03:13:50.856

2 Fabian Rabensteiner – Team Wilier Pirelli 03:15:57.362

3 Wout Alleman – Team Wilier Pirelli 03:16:28.864

4 Diego Alfonso Arias Cuervo – Hubbers _ Polimedical 03:16:54.617

5 Andreas Seewald – Canyon Northwave Mtb Team 03:18:33.587

6 Gioele De Cosmo – Scott Racing Team 03:19:01.123

7 Samuele Porro – Team Wilier Pirelli 03:19:23.374

8 Nicolas Samparisi – Ktm Brenta Brakes 03:20:29.376

9 Jakob Dorigoni – Torpado Factory Team 03:20:29.843

10 Andrin Beeli – Scott Menzli Sport 03:20:36.342

11 Aleksei Medvedev – Soudal Leecougan Mtb Racing Team 03:20:51.843

12 Hector Leonardo Paez Leon – Soudal Leecougan Mtb Racing Team 03:20:52.127

13 Andrea Siffredi – Scott Racing Team 03:22:31.632

14 Domenico Valerio – Taddei Factory Team 03:24:37.639

15 Jacopo Billi – Scott Racing Team 03:25:53.142

16 Ole Hem – Cannondale Mtb Pro Team 03:27:49.648

17 Filippo Bertone – Team Marchisio Bici 03:28:56.650

18 Dario Cherchi – Ktm Brenta Brakes 03:28:57.655

19 Casay South – Torpado Factory Team 03:30:28.905

20 Stefano Valdrighi – Soudal Leecougan Mtb Racing Team 03:31:36.660

 

Nella gara femminile è stata Costanza Fasolis a dominare la gara, impensierita solo nei primi chilometri da Debora Piana, che è poi riuscita a staccare prima della “Polveriera”.

Debora Piana è stata successivamente vittima di una foratura che l’ha di fatto estromessa dalla gara. Alla fine il podio è stato completato da Valentina Garattini e Valentina Picca, con la campionessa italiana Claudia Peretti in quarta posizione, al suo esordio stagionale.

 

Classifica Marathon femminile

1 Costanza Fasolis – Mentecorpo Cicli Drigani Pro Team 04:12:25.033

2 Valentina Garattini – Niardo For Bike 04:29:19.086

3 Valentina Picca – Scott Sumin 04:37:40.046

4 Claudia Peretti – Olympia Factory Team 04:42:21.559

5 Erika Pinna – Mtb Club Arkitano – 04:46:04.883

6 Chiara Mandelli – Team Spacebikes 04:48:48.825

7 Erika Nitelli – Scott Sumin 04:53:26.653

8 Chiara Tassinari – Team Essere 04:54:38.657

9 Elisabetta Caprari – Flandres Love – Sportland 05:08:02.198

Il percorso Classic era praticamente identico al Marathon, fino al passaggio dal “Muro della Leggenda”, per poi deviare a destra e andare al traguardo in 2 km, per un totale di 54 km x 1.800 D+. Nella prova maschile vittoria per Enrico Pucciarelli, che ha preceduto Cristian Vaira e Lorenzo Guidi.

Classifica Classic maschile

1 Enrico Pucciarelli – Zerozero Iki Sport 02:40:50.438

2 Cristian Vaira – Team Todesco 02:41:14.440

3 Lorenzo Guidi – Team Scott Pasquini Stella Azzurra 02:43:50.698

4 Daniele Malusardi – Team Passion Faentina 02:46:52.706

5 Marco Mangerini – Giangi’s Team Free Bike Erbusco 02:47:07.974

6 Daniele Concordia – Crisibros Racing Team 02:47:30.709

7 Tommaso Maria Mantovan – Scd Dopla Treviso 02:49:57.716

8 Andrea Bonacina – Wet Life Velolario 02:50:08.981

9 Nicola Oliani – Team Scott Pasquini Stella Azzurra 02:50:45.717

10 Mattia Coletti – Alta Valtellina Bike 02:51:44.220

Il Classic al femminile è stato vinto per il secondo anno consecutivo da Federica Sesenna, che ha preceduto Romina Ciprian e Silvia Cervini.

Classifica Classic femminile

1 Federica Sesenna – Lugagnano Off Road 03:20:33.805

2 Romina Ciprian – Ki.Co.Sys. Team 03:41:53.867

3 Silvia Cervini – Cicli Brandi Elba Team 03:43:59.565

4 Monica Petruccioli – Asd Gs Poppi Bp Motion 03:47:26.887

5 Arianna Povellato – Asd Gs Cicli Stefanelli Mestrino 03:53:16.915

6 Luisa De Lorenzo Poz – Team Estebike Zordan 03:53:30.835

7 Cecilia Negra – Asd Bike And Fun Team 03:57:45.413

8 Rossana Montorsi – New Motor Bike 04:13:22.330

9 Donatella Balocchi – New Motor Bike 04:14:28.639

10 Ilaria Pieroni – Team Bike Pionieri 04:19:10.977

L’ASD Capoliveri Bike Park ringrazia tutti i presenti: ” con il vostro entusiasmo avete contribuito a rendere questo evento indimenticabile, per noi e speriamo anche per tutti voi!”

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Elba Bike in gara in Umbria nel GP Centro italia

Vincono Brandi e Mauro, bene gli altri atleti elbani in gara. I risultati

Elba Bike, Niccolò Mauro domina anche nell’XC Eliminator

Quattro i giovanissimi bikers impegnati in questa particolare specialità. I risultati

Elba Bike, podio per Anna Rododendro a Scansano

Bene anche i ragazzi convocati in rappresentativa regionale. I risultati