Elettrodotto, Terna ha avviato la posa del cavo sottomarino

34 km di cavo trasportati dalla posacavi più grande del mondo. Ci vorranno 10 giorni

Terna ha avviato le attività di posa del cavo sottomarino del collegamento a 132 kV tra l’Isola d’Elba e Piombino (LI). I 34 km di cavo sottomarino, trasportati dalla nave posacavi più grande del mondo, la Leonardo Da Vinci di Prysmian Group, verranno posizionati a una profondità massima di circa 70 metri sotto il livello del mare, partendo dall’approdo isolano di Portoferraio e procedendo verso la costa continentale di Piombino. L’operazione avrà una durata complessiva di circa 10 giorni.

Il cavo sottomarino del nuovo collegamento sarà protetto da possibili danneggiamenti dovuti ad azioni antropiche per tutta la lunghezza del tracciato grazie anche all’utilizzo di macchinari di ultima generazione appositamente progettati.

Nel concepire e realizzare l’opera, Terna ha seguito i più elevati standard di sostenibilità mettendo in atto azioni rivolte alla protezione dell’habitat marino. Infatti, nei mesi precedenti all’arrivo della nave posacavi è stato effettuato un intervento di riposizionamento di circa 53.000 talee nel Golfo di Follonica per permettere il passaggio del cavo sottomarino nel rispetto della biodiversità locale. Oggetto di tale trapianto, che ha coinvolto un’area di oltre 1650 m², è stata la Posidonia oceanica, una pianta acquatica tipica del Mar Mediterraneo che ha un ruolo fondamentale per l’ecosistema marino.

Gli approdi del cavo, inoltre, sono stati realizzati tramite la tecnica della trivellazione orizzontale controllata (TOC), che permette, da un lato, di installare la tubazione limitando l’interferenza con le piante acquatiche annullando l’impatto dei lavori sul litorale e, dall’altro, di garantire la necessaria protezione meccanica del collegamento elettrico.

Il nuovo elettrodotto tra l’Isola d’Elba e la Toscana, per cui la società guidata da Stefano Donnarumma ha investito circa 90 milioni di euro, consentirà la realizzazione di un’infrastruttura strategica che porterà a raddoppiare le linee di connessione tra il sistema elettrico nazionale e la rete dell’isola d’Elba. Il nuovo elettrodotto, infatti, contribuirà a migliorare la qualità dell’infrastruttura locale, garantendo importanti benefici in termini di sicurezza, affidabilità e sostenibilità dell’intera isola, caratterizzata da elevati consumi elettrici nel periodo estivo.

2 risposte a “Elettrodotto, Terna ha avviato la posa del cavo sottomarino

  1. Antonio a. Rispondi

    Complimenti a terna e ha tutte le sue maestranze.un calabrese

    24 Febbraio 2023 alle 12:54

  2. Picasso Rinaldo Rispondi

    Una buonissima notizia questa, Terna è una grande società e contribuisce molto al miglioramento della connessione elettrica del paese, nel rispetto dell’ambiente con linee ad alta tensione in cavo invisibili.

    24 Febbraio 2023 alle 12:46

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Fondazione Acqua dell’Elba presenta il programma di SEIF

Il festival dal 28 al 30 giugno è dedicato al mare e mette al centro le “Connessioni”

Quando all’isola d’Elba c’erano i fochi di San Giovanni

Il 23 giugno trekking urbano. L'iniziativa di Legambiente, Parco Nazionale e Proloco

Elba, fanalino di coda della sostenibilità nell’Arcipelago

I dati della ricerca di Legambiente sugli obiettivi di sostenibilità europei e italiani