Delfini guardiani, il progetto riparte dall’isola d’Elba

Un percorso didattico coi bambini delle elementari di Portoferraio e Capoliveri

Riparte oggi dall’Isola d’Elba il progetto nazionale di Marevivo “Delfini Guardiani” che anche per l’anno scolastico 2022/2023 è rivolto alle scuole primarie delle isole minori italiane, con l’obiettivo di sensibilizzare i giovanissimi all’acquisizione di pratiche e abitudini sostenibili.

Il percorso didattico vedrà protagonisti oltre 300 bambini e bambine delle classi III, IV e V dei plessi scolastici di primaria “Casa del Duca” e “San Rocco”, dell’IC “Sandro Pertini” di Portoferraio e del plesso “Edmondo De Amicis” dell’IC “G. Carducci” di Capoliveri, con attività finalizzate a far conoscere le bellezze del proprio territorio e a trasmettere valori di tutela e salvaguardia ambientale ai futuri “guardiani dell’isola”.

La prosecuzione di questo importante progetto nazionale è stata assicurata dal prezioso sostegno della MSC Foundation  che sin dalla prima edizione ha creduto e sostenuto il progetto – e alla collaborazione di dirigenti scolastici e docenti che non hanno mai fatto mancare il proprio appoggio. Il progetto può contare anche sulla consolidata collaborazione con il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, che supporta le attività didattiche, contribuendo a diffondere il valore e il ruolo del Parco nella tutela dell’ambiente naturale e della cultura dell’arcipelago.

«Le emergenze ambientali che stiamo affrontando ci chiedono un cambiamento di rotta. Ricercatori da tutto il mondo indicano la necessità di avviare con urgenza la transizione ecologica, una transizione a 360 gradi dei comportamenti, delle azioni e delle scelte sia a livello politico-imprenditoriale, che a livello individuale – ha dichiarato Laura Gentile, Coordinatrice nazionale del progetto per Marevivo – È per questo che oggi più che mai dobbiamo partire dalla scuola, dal luogo dove si possono sviluppare le prime competenze per conoscere e fronteggiare le future sfide globali e locali, per costruire una maggiore consapevolezza e responsabilità con la quale i cittadini e le cittadine di domani possano vivere sul Pianeta in modo più sostenibile, giusto ed equo.»

«MSC Foundation è da sempre impegnata nella salvaguardia dell’ambiente, in particolare di quello marino  ha dichiarato Daniela Picco, Direttrice della MSC Foundation  Siamo orgogliosi di annoverare, tra i progetti che storicamente sosteniamo, questo percorso didattico ideato da Marevivo che consente di diffondere la sensibilità sulla tutela ambientale, tema centrale per la sopravvivenza del pianeta. I ragazzi sono gli adulti di domani ed è importante che siano proprio loro i principali destinatari di questo messaggio. Con il nostro sostegno costante abbiamo contribuito a raggiungere ad oggi oltre 7000 studenti.»

«Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano sostiene e partecipa ormai da alcuni anni a questa importante campagna di Marevivo – ha affermato il Presidente del Parco Giampiero Sammuri – che crea i futuri “Delfini Guardiani dell’Isola” grazie alla progettazione di attività con le scuole del territorio in piena sintonia con i valori della Riserva della Biosfera MAB UNESCO Isole di Toscana. I giovani della riserva sono i primi destinatari di programmi educativi volti alla diffusione dei concetti dello sviluppo sostenibile e della salvaguardia dell’ambiente.»

Le iniziative in programma sono partite oggi, mercoledì 1 febbraio, e andranno avanti fino al termine dell’anno scolastico; anche per questa edizione, le alunne e gli alunni coinvolti saranno impegnati in un fitto programma di attività in presenza, sia indoor che outdoor sotto la guida degli operatori Marevivo e insieme agli insegnanti.

Come per le precedenti edizioni, il programma all’Elba prevede escursioni didattiche e laboratori a cielo aperto per aiutare i ragazzi e le ragazze ad approfondire la conoscenza del proprio territorio e riflettere sull’importanza della conservazione delle specie animali e vegetali. Ampio spazio verrà dato alle principali emergenze che gravano sull’ambiente marino in particolare, e sul ruolo che anche i cittadini più piccoli possono avere nel percorso verso il cambiamento all’insegna della transizione ecologica.

A tal fine, sono previste visite al Faro di Portoferraio, uscite in barca fino al relitto del Pomonte, attività in spiaggia a Lacona e a San Giovanni, incontri con gli uomini e le donne della Guardia Costiera e con i rappresentanti del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

La strumentazione scientifica presente nel Blue Corner e i materiali didattici prodotti da Marevivo e quelli messi a disposizione dal Parco saranno ancora una volta di supporto alle attività e ai laboratori.

A livello nazionale si avvale del patrocinio del Ministero dell’Ambiente, del CUTFAA (Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare dei Carabinieri – Forestali) e di Federparchi, e della collaborazione del Corpo delle Capitanerie di Porto e della Marina Militare, mentre a livello territoriale gode del rinnovato patrocinio del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e dei Comuni di Portoferraio e Capoliveri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Fondazione Acqua dell’Elba presenta il programma di SEIF

Il festival dal 28 al 30 giugno è dedicato al mare e mette al centro le “Connessioni”

Quando all’isola d’Elba c’erano i fochi di San Giovanni

Il 23 giugno trekking urbano. L'iniziativa di Legambiente, Parco Nazionale e Proloco

Elba, fanalino di coda della sostenibilità nell’Arcipelago

I dati della ricerca di Legambiente sugli obiettivi di sostenibilità europei e italiani