Solidarietà - le foto

Auser, serve aiuto finanziario per progetti solidali

di Auser Portoferraio Odv

Diffuso l’Iban IT96M0306967684510780784698 dai dirigenti dell’Auser, acronimo di Autogestione dei Servizi per la Solidarietà, associazione onlus impegnata nella valorizzazione delle persone e delle loro relazioni. Il gruppo di 139 iscritti, guidato da presidente Giancarlo Pacini e da uno specifico direttivo, sta agendo su Portoferraio per garantire servizi gratuiti a persone in difficoltà e per promuovere la socialità verso chiunque. Ma per inseguire tali obiettivi c’è bisogno di un aiuto finanziario da parte di chiunque. Da pochi euro in su è possono donare contributi per agevolare vari progetti. “Abbiamo riattivato nel 2019 questa associazione – dice Pacini – e purtroppo la pandemia ci ha rallentati, ma in questo anno abbiamo avviato progetti concreti e solidali, che necessitano di risorse economiche e per questo abbiamo lanciato una raccolta di fondi pubblicamente. Diversi dei nostri iscritti, 39, si impegnano in varie esperienze di volontariato”. Tra i piani operativi attuati c’è la gestione degli Orti sociali, realizzati nella periferia di Portoferraio in Albereto. “Agiamo- prosegue il presidente- con i nostri volontari grazie ad una convenzione stipulata con il comune di Portoferraio. In tale ambito abbiamo avuto diverse spese per la creazione di un impianto idrico, per servire gli esistenti, poi gli aspetti tecnici della rete elettrica e l’acquisto di attrezzature a supporto alle coltivazioni. Un impegno vivo, solidale, che possiamo evolvere, anch’esso grazie ai contributi che potranno arrivare”.

Inoltre l’Auser Elba vuole aiutare persone in difficoltà a spostarsi, anche solo per andare al mare o a fare la spesa, avendo un mezzo a disposizione, da usare prioritariaemnte per soggetti in per altre necessità, rivolte a chi ha bisogno. Tale associazione insegue principi di attenzione al sociale, di rispetto e valorizzazione delle differenze, è dedita alla tutela dei diritti e vuol sviluppare le opportunità di socializzazione tra le persone. E Paolo Andreoli, Fabio Cignoni e Fabrizio Antonini attuano brevi camminate dei “Gruppi di cammino”, che riprenderanno a settembre, un piano della regione Toscana che ha finalità salutistiche e socializzanti per tutti gli aderenti, adottato dal comune locale in collaborazione col Dipartimento di Medicina dello Sport di Livorno e la zona Asl isolana. Realizzate nei mesi di maggio e giugno alcune escursioni gratuite e aperte a tutti, ad esempio a San Martino visitando anche il Giardino dell’arte dell’indimenticabile artista espressionista astratto Italo Bolano, poi nel centro storico raggiungendo il museo archeologico e la torre medicea dalla Linguella dove fu detenuto politico Sandro Pertini. Infine gli aiuti a persone in difficoltà

 

“Si- conclude Giuliano Velasco, uno dei volontari che agisce agli Orti sociali, – l’Auser Piombino- Val di Cornia ci ha dotati di un’auto e la vogliamo usare per accompagnare persone in difficoltà a svolgere qualunque tipo di adempimento, come visite mediche o analisi all’ospedale, ma pure per andare al mare o a fare la spesa”. Per ulteriori informazioni, iscrizioni (13 euro annuali) o per segnalare la propria intenzione di sostenere i progetti, è possibile telefonare al 3358421027 o inviare una posta elettronica a auserportoferraio@pec.it e l’associazione Auser di Portoferraio Odv, Organizzazione di volontariato, ha sede in Valle di Lazzaro al civico 91.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Opportunità di lavoro negli Emirati Arabi, un convegno

Il 4 ottobre incontro Isola d’Elba - Camera di Commercio italiana degli Emirati Arabi

Una giornata fra i diversamente abili di Casa del Duca

Il racconto della visita fatta da una delegazione del Lions Club Isola d'Elba

I ringraziamenti degli scout di Udine ospiti all’Elba

di Club Alpino Italiano - Sottosezione Elba