Traghetti, caos agli imbarchi e prezzi alle stelle

Landi: "La Regione non finga di vedere i disservizi e faccia rispettare le regole"

“L’estate nera dei traghetti si sta avviando alla conclusione, com nuovi ma non inediti problemi: corse che saltano, caos agli imbarchi, impennata dei prezzi anche per i soli passaggi ponte, nonostante le iniziative per incentivare l’uso dei mezzi pubblici sull’isola, difficoltà di accesso alle persone in carrozzina. Non è ammissibile che chi viene a lavorare all’Elba, soprattutto se all’ospedale, debba subire la disorganizzazione e impiegare ore per tornare a casa; non è ammissibile che i residenti debbano affrontare odissee ogni volta che devono raggiungere il continente; non è ammissibile costringere ore e ore in porto i turisti. La prossima sarà l’ultima estate con il contratto di servizio con Toremar: la Regione non finga di non vedere i disservizi e cominci sin da ora a fissare paletti più stringenti per chi vorrà partecipare alla gara. Altri dodici anni così sarebbero deleteri per l’Elba”.

Lo scrive il consigliere regionale della Lega Marco Landi commentando il caos agli imbarchi registratosi sabato 20 agosto e l’impennata dei prezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Lavoratori Portuali, adesione quasi totale allo sciopero

L'agitazione continuerà fino al 4 ottobre, deciso il blocco degli straordinari

Portuali, salta la trattativa: è ripartito lo sciopero

Il confronto, durato dalle 10 alle 17, non ha purtroppo generato gli effetti sperati

Carcere di Porto Azzurro, problematiche nella gestione

Problemi col sopravvitto dei detenuti e proteste, l'allarme dei sindacati