Cambia il tempo, allerta meteo della Protezione Civile

L'allerta è giallo sull'arcipelago, solo una possibilità di pioggia e temporali nella notte

La Protezione Civile ha emanato un bollettino meteo a criticità gialla per pioggia e temporali forti, valido dalle ore 21,00 di oggi, venerdì 29 luglio alle ore 8,00 di sabato 30 luglio.

FENOMENI PREVISTI

In serata aumenta invece l’instabilità sulle zone di nord ovest e in possibile estensione al resto della costa e in Arcipelago nella notte e fino alle prime ore di domani mattina, sabato.

PIOGGIA: nel pomeriggio di oggi, venerdì, possibilità di temporali isolati sulle zone interne, più probabili in Appennino e tra le province d Arezzo e Siena. Cumulati medi non significativi, puntuali massimi solo localmente elevati e intensità fino a molto forte. Dalla sera di oggi, venerdì, e fino alla mattina di sabato possibili temporali sparsi anche forti sulle zone di nord ovest e in Arcipelago con possibile estensione alle altre zone costiere e con minor probabilità anche sul resto della regione. Dalla tarda mattina/primo pomeriggio di domani, sabato, possibili temporali sparsi o isolati sulle zone interne della regione, in particolare su quelle settentrionali. Cumulati medi non significativi, massimi fino a elevati con intensità fino a molto forte

TEMPORALI: oggi pomeriggio, venerdì, possibili temporali sparsi, anche forti, sulle zone interne, più probabili sulle province di Arezzo e Siena in cessazione nel tardo pomeriggio. Dalla sera di oggi, venerdì, e fino alla mattina di domani, sabato, possibili temporali anche forti sulle zone di nord ovest in possibile estensione alle altre zone costiere e meno probabilmente sul resto della regione. Nel pomeriggio di domani, sabato, possibili temporali sulle zone interne in particolare quelle settentrionali. Nei temporali saranno possibili forti raffiche di vento e locali grandinate.

TEMPORALI FORTI Criticità Giallo

In uno scenario caratterizzato da elevata incertezza previsionale, saranno possibili fenomeni intensi occasionalmente pericolosi per l’incolumità delle persone e in grado di causare disagi e danni a carattere locale. Saranno possibili gli effetti riconducibili al rischio idrogeologico-idraulico reticolo minore, che potrebbero verificarsi in maniera repentina ed improvvisa. A causa delle violente raffiche di vento, saranno possibili ulteriori effetti tra cui ad esempio, rottura di rami e/o caduta di alberi, caduta di tegole, danni alle strutture provvisorie e/o agli edifici, abbattimento di pali, segnaletica e impalcature, trasporto di materiale, disagi e/o interruzione della viabilità e danneggiamenti alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con conseguenti interruzioni. Nel caso in cui si verifichino grandinate saranno inoltre possibili danni alle colture agricole, alle coperture degli edifici e agli automezzi. Infine a causa delle fulminazioni saranno possibili danneggiamenti agli edifici, alberi e alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) e eventualmente l’innesco di incendi in aree boschive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Calda estate, le temperature – per ora – non danno tregua

Niente calo fino a domenica. Su livelli record anche la temperatura dell'acqua del mare

Calda estate? Potrebbe diventarlo anche di più

L'anticiclone subtropicale africano si avvicinerà nel fine settimana. Le previsioni

Caldo africano, le previsioni: durerà almeno altri 10 giorni

Temperature molto sopra la media, non si escludono valori più alti con picchi di 45° C