La Bohème conclude il Magnetic Opera Festival 2022

Martedì 26 luglio, sempre alla Linguella di Portoferraio alle 21.30 l'opera lirica di Puccini

Dopo l’applauditissimo concerto con standing ovation, che ha visto lunedì scorso l’area archeologica della Linguella sold out grazie al leggendario tenore José Carreras, mattatore della serata insieme al soprano Martina Zadro e all’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane diretta dal M° David Giménez, il Magnetic Opera Festival 2022 saluta il suo pubblico con gli ultimi due appuntamenti in programma.

Martedì 26 luglio, sempre alla Linguella di Portoferraio alle 21.30, il titolo pucciniano La Bohème conclude l’ottava edizione della kermesse. Opera lirica in quattro quadri su musica di Giacomo Puccini e libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, La Bohème è forse il lavoro del compositore di Lucca più amato e rappresentato al mondo, e all’Isola d’Elba è in scena per il Magnetic Opera Festival 2022 secondo la regia di Alessandro Brachetti, con le scene e i costumi di Artemio Cabassi. Sul podio Stefano Giaroli, alla guida dell’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane e del Coro dell’Opera di Parma preparato da Emiliano Esposito.

Il soggetto, che ha ispirato il musicista toscano e i suoi librettisti, è tratto dal romanzo Scènes de la vie de bohème di Henry Murger e pare che il compositore l’abbia scelto su presunto suggerimento di Ruggero Leoncavallo, anch’egli autore poi di una sua Bohème. Il lavoro minuzioso sul libretto impegna a lungo Puccini con Illica e Giacosa e la prima rappresentazione va in scena al Teatro Regio di Torino il 1° febbraio 1896, sotto la direzione di un Arturo Toscanini non ancora trentenne.

Inno alla giovinezza, rappresentato dallo spaccato di vita quotidiana dei suoi personaggi sullo sfondo della vita bohémien della Parigi del 1830, La Bohème è incentrata sullo struggente e giovanile amore di Mimì e Rodolfo, qui portato in scena da Renata Campanella e Danilo Formaggia. Nei panni del pittore Marcello troviamo quindi Marzio Giossi impegnato a corteggiare la Musetta di Scilla Cristiano. Gli altri amici bohémiens Schaunard, musicista, e Colline, filosofo, sono rispettivamente interpretati da Maurizio Leoni e Massimiliano Catellani. Completa il cast Saverio Bambi nel doppio ruolo del padrone di casa Benoît e, nel II quadro, del ricco consigliere di stato Alcindoro.

L’appuntamento serale è anticipato alle ore 10 in Piazza Matteotti a Capoliveri dall’ultima Matinée di musica da camera in programma, per la quale ritroviamo i Solisti dell’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane impegnati in un concerto gratuito, sempre molto gradito e partecipato, offerto ai residenti e ai turisti in visita all’Isola d’Elba.

Il Magnetic Opera Festival 2022 è realizzato con il patrocinio dei Comuni di Portoferraio, Porto Azzurro e Capoliveri.

I biglietti sono disponibili su www.liveticket.it/maggyart e tutte le informazioni sono consultabili sul sito www.maggyart.it e sui canali social ufficiali dell’Associazione Maggyart Facebook e Instagram.

In caso di maltempo La Bohème si terrà mercoledì 27 luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

“La notte blu”, a Capoliveri c’è grande attesa per la festa

Tutto pronto per la magica serata in tinta. Musica anni 90 e grandi ospiti

Tributo a Rino Gaetano, la Famiglia Malteni a Capoliveri

Domenica 24 luglio il concerto della cover band del cantautore noto per la sua ironia

Tonnare dell’Elba a Procchio la serata con Mario Ferrari

Venerdì 22 luglio la serata organizzata dall'Associazione Culturale Procchio Napoleonica