Sanità

Dialisi Elba, allo studio nuove possibilità organizzative

Usl, compiuto tutti gli sforzi per assicurare questo servizio, seppur senza riuscirci

In merito alla mancata attivazione all’Isola d’Elba del progetto “Dialisi in vacanza” l’Azienda USL Toscana nord ovest tiene a precisare di aver compiuto tutti gli sforzi possibili per assicurare questo servizio, seppur senza riuscirci.
Come ormai noto si sta assistendo, a livello nazionale, ad una carenza strutturale di alcune figure di specialisti fra i quali i nefrologi che rende di fatto complicato, soprattutto per le aree meno attrattive a livello professionale, il rafforzamento degli organici o la semplice sostituzione di medici in pensione. La Direzione, consapevole di queste difficoltà, è impegnata quotidianamente nel reperimento del personale attraverso tutti gli strumenti disponibili (bandi per incarichi professionali, personale a convenzione, mobilità extraregionali) nella sostenibilità del sistema sanitario.

A fronte di queste difficoltà è necessario trovare nuove modalità di integrazione dei servizi finalizzate al miglior utilizzo delle risorse disponibili. Proprio nel settore della Nefrologia, ad esempio, sono stati adottati modelli organizzativi che permettono di massimizzare l’utilizzo dei medici con progetti come la “Dialisi Cal” (Centro ad assistenza limitata) attivato nei reparti di Pontremoli, Barga, Volterra e Cecina – Piombino. Tale modello, ad oggi non è stato possibile applicarlo all’Elba in considerazione della tipologia di utenza prevista, ma al momento sono allo studio nuove possibilità organizzative volte a ottimizzare le risorse disponibili e allo stesso tempo mantenere adeguati standard di sicurezza rivolte quanto meno ai possessori di seconde case sull’Isola.

Se durante l’anno sono realizzabili azioni di collaborazione e integrazione del personale proveniente da altri ospedali, in concomitanza con le ferie estive, questa possibilità si riduce notevolmente aumentando le difficoltà nella copertura del servizio. Anche per questo l’Azienda, confermando gli sforzi fatti e scusandosi con gli utenti per eventuali disagi, coglie l’occasione per ringraziare i tanti operatori socio-sanitari che, con professionalità e abnegazione, hanno lavorato e stanno lavorando per assicurare attività efficaci ed efficienti, nonostante le difficoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati