/ GUARDA LE FOTO

M.A.R.E., studiare, divulgare e e proteggere il mare

Organizzata dalla Lega Navale Italiana di Portoferraio importante conferenza scientifica

In un’affollata sala della Gran Guardia, nella quale era presente anche una parte dei ragazzi che frequentano i corsi della scuola di vela della Lega Navale Italiana di Portoferraio, si è svolta la conferenza scientifica di ‘M.A.R.E., Attraverso il Tirreno per studiare, divulgare e e proteggere il mare‘, un progetto del Centro Velico di Caprera che ha ottenuto il patrocinio della Marina Militare, del Ministero della transizione ecologica, della Guardia Costiera e della Regione Sardegna, nonché il patrocinio e la partecipazione attiva  della Lega Navale Italiana nazionale.

L’equipaggio del catamarano di One Ocean Foundation ha fatto sosta a Portoferraio, nella Darsena Medicea per tre giorni, navigando intorno all’Elba, attrezzato come un laboratorio che, oltre a controllare l’inquinamento di sostanze chimiche, ha come secondo obiettivo quello di monitorare la biodiversità.

L’obiettivo della Fondazione One Ocean è infatti quello di diffondere conoscenza e consapevolezza su importanti tematiche ambientali, promuovendo comportamenti corretti, indispensabili per perseguire la conservazione dell’ambiente marino.

Per il Centro Velico di Caprera sono intervenuti il segretario generale Enrico Bertacchi e la biologa Ginevra Boldrocchi, responsabile di questo progetto itinerante per One Ocean (uno dei partner insieme a Sorgenia), che dal 30 aprile al 23 luglio conta di effettuare tutte le 26 tappe coprendo 1.500 miglia di Navigazione ed interessando 23 Aree marine protette.

Per il comune di Portoferraio – che ha concesso il patrocinio all’iniziativa – erano presenti il vice Sindaco Luca Baldi, l’Assessore alla cultura Nadia Mazzei e – con il ruolo di moderatore – Marino Garfagnoli.

Sono intervenuti anche il Presidente della provincia di Livorno e sindaco di Capraia Marida Bessi e il nuovo Comandante della Capitaneria di Porto di Portoferraio, Capitano di Fregata Santo Altavilla che in passato ha ricoperto importanti incarichi presso il R.A.M. (Reparto Ambientale Marino) svolgendo campagne di sensibilizzazione ambientale ed attività di formazione.

I soci della Lega Navale Italiana hanno portato il loro contribuito su due tematiche diverse: il Professor Nicola Nurra (docente elbano del Dipartimento di scienze della vita e biologia dei sistemi dell’università di Torino) ha relazionato sulle microplastiche, la biologa e guida parco Patrizia Bonelle sui mammiferi marini, in particolare delfini e tartarughe.
La presidente della Lega Navale Italiana di Portoferraio. Luisa Brandi, la vicepresidente Lorena Provenzali, il consigliere allo Sport e Rapporti istituzionali Renato De Michieli Vitturi, gli istruttori Andrea Ferrari e Fabrizio Cazzorla e i soci del sodalizio che hanno organizzato l’evento (fondamentale il supporto tecnico di Fabrizio Bozzoli) ritengono che le buone pratiche siano fondamentali per fare in modo che in futuro ci siano una maggiore consapevolezza e una maggiore cura e rispetto dell’ambiente che ci circonda. Soprattutto se insegnate ai bambini e ai ragazzi, che sono molto sensibili e imparano rapidamente i comportamenti da tenere per salvaguardare un bene così prezioso per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

La ferrata del Capanne sarà intitolata a Massimo Russo

La cerimonia il 19 settembre, giorno del suo compleanno. il ricordo di Alessio Gambini

Passeggiata dei sentieri dei Profumi, il circuito della Caletta

Domenica 14 agosto Il ritrovo è alle ore 9,00 alla Pro Loco, vicino alla Torre del Porto

Reti fantasma recuperate dai fondali di Marciana Marina

Operazione della Guardia Costiera coi volontari del Centro Subacqueo marinese