Eventi

Da luglio a ottobre 2022 l’Elba è l’isola degli Etruschi

Tantissimi gli appuntamenti per scoprire i misteri di questo popolo straordinario

Come vivevano gli Etruschi? È vero che scrivevano da destra a sinistra, al contrario, a righe alternate? La loro cucina era così diversa dalla nostra? È vero che le donne erano emancipate per l’epoca? Possibile che le loro origini siano ancora ignote? E furono davvero dei grandi talenti nella lavorazione dei minerali?

Per rispondere a queste e a molte altre domande, l’Elba celebra il suo legame con questo antico e ancora misterioso popolo mediterraneo attraverso un programma denso di appuntamenti dedicati alla scoperta dell’affascinante mondo degli Etruschi. La rassegna è organizzata dalla rete di tutti i Comuni elbani, con il coordinamento scientifico del Sistema Museale Arcipelago Toscano (SMART), insieme alle diverse Pro Loco e a Visit Elba. Perché il passato etrusco dell’Elba costituisce l’essenza più profonda della storia e dell’identità dell’isola, e, quindi, anche della nostra.

Da luglio fino ad ottobre 2022, sarà possibile assaggiare le antiche ricette etrusche nel corso di cene “archeogourmet”, wine tour e aperitivi archeologici, e partecipare a vere e proprie ricostruzioni storiche e allestimenti che rievocheranno la vita al tempo degli Etruschi. Ma anche imparare le tecniche di trasformazione dei minerali utilizzando un vero forno fusorio e cimentarsi con l’ideazione di essenze naturali profumate attraverso laboratori didattici per i più giovani e non solo. O ancora ammirare la squisita fattura degli oggetti etruschi costruiti con i minerali dell’Elba nel corso di mostre ed eventi a tema. E poi trekking archeologici, visite guidate e passeggiate lungo i percorsi etruschi dell’isola, oltre a conferenze dedicate ad approfondire gli aspetti noti e meno noti della civiltà etrusca.

“Elba Etrusca è una nuova, bellissima occasione per raccontare le mille facce della nostra isola” sottolinea Niccolò Censi, coordinatore della GAT (Gestione Associata del Turismo). “Visit Elba ha creato un tavolo di lavoro comune con tutti i sindaci del territorio per coordinare al meglio le attività dell’isola e offrire un’esperienza di visita completa e trasversale: mare, sport, enogastronomia, cultura, bon vivre si completano l’uno con l’altro per permettere ai visitatori di vivere l’Elba a 360 gradi, scegliendo il mix che più si adatta ai propri gusti e necessità. Elba Etrusca nasce da un progetto realizzato dal Comune di Rio nel 2021 e oggi diventato una nuova occasione per scoprire la storia più remota dell’isola”.

Il programma prende il via dalla mostra “Il ferro e l’oro. Rotte mediterranee tra Etruria e Oriente”, che aprirà al pubblico venerdì 1° luglio e resterà esposta fino a domenica 2 ottobre 2022 presso il Museo Archeologico del Distretto Minerario di Rio nell’Elba, curata del Dott. Marco Firmati, direttore del museo riese e del Museo della Vite e del Vino di Scansano. Fiore all’occhiello della mostra sono alcuni preziosi manufatti di oreficeria etrusca provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze. La mostra propone anche una selezione di pregiati materiali provenienti dalle necropoli dell’Etruria mineraria, che documentano in una sintesi efficace e suggestiva questo periodo di intensi rapporti commerciali e culturali con le civiltà del Mediterraneo orientale, particolarmente attratte dai metalli della costa toscana e dal ferro dell’Elba.

Il calendario degli eventi, costantemente aggiornato, è disponibile sui siti www.museiarcipelago.it e su www.visitelba.info.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Mistero allo Specchio di Alessandra Fagioli a Portoferraio

L'appuntamento in Piazza della Repubblica. Introduce l'autrice lo scrittore Airò Farulla

Porto Azzurro presenta il libro “Il Prisma” di Laura Volpini

L'appuntamento con l'autrice è nell'atrio del comune martedì 9 agosto alle 21.30

“Alive”: misteri e segreti nel nuovo thriller di Pasquinucci

Sarà presentato a MardiLibri lunedì 8 agosto alle ore 19. Introduce Nicolina Ammirati