Il video

Endoelba a Montecitorio per parlare di endometriosi

Elisa Zini: "Auguriamo un tavolo di lavoro inclusivo per raggiungere i nostri obiettivi"

Il 26 giugno è una data da ricordare per la lotta dei diritti delle persone affette da endometriosi. L’onorevole Stefania Ascari ha invitato le associazioni che si occupano di questo problema a Montecitorio per porre le basi di un vero cambiamento del sistema. Era presente anche la presidente dell’associazione Endoelba, Elisa Zini. Durante l’incontro si è parlato di cosa è l’endometriosi, come si manifesta, come si riconosce e come si tratta, cause e conseguenze, fattori che influenzano il percorso fisico e psicologico di chi ne soffre. Il tutto spiegato dalla dottoressa Anastasia Ussia, ginecologa e chirurga responsabile del Gruppo Italo-Belga per l’endometriosi, dalla dottoressa Laura La Barbera, radiologa presso l’ospedale di San Carlo di Nancy di Roma e dal dottor Luigi Fasolino, ginecologo e divulgatore scientifico. Presenti anche esponenti delle associazioni italiane che si occupano di endometriosi e i volontari che seguono le donne in questa patologia e si fanno portavoce delle problematiche che comporta. Un incontro che ha potuto mettere a confronto le diverse realtà e che ha portato ad una visione comune su come poter affrontare un nuovo percorso. Tutti insieme hanno firmato per ottenere la richiesta di esenzione 063 anche per il primo e secondo stadio della malattia, la creazione di un registro delle persone affette dalla patologia e dei centri di riferimento, la richiesta di tutele lavorative per chi ne soffre e anche per familiari e accompagnatori, la richiesta di inserimento nelle tabelle di invalidità con punteggio reale, ed infine la preparazione e il potenziamento delle competenze in materia del personale medico sanitario. “Onorate e felici – commenta Elisa Zini – di aver portato il nostro contributo in una sede così importante come il Parlamento italiano. Ci auguriamo che questa giornata così ricca di emozioni sia di buon auspicio per intraprendere insieme un percorso comune e programmare un tavolo di lavoro inclusivo che ci porti verso i nostri obiettivi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Polemica rigassificatore, Portoferraio risponde a Montauti

"Il Sindaco di Campo non ha partecipato alle riunioni ma ha visto il documento"

Rigassificatore, precisazione polemica del sindaco di Campo

Montauti: "L'Osservatorio Turistico di Destinazione non può parlare a nome dei sindaci"

Sanità, “che fine hanno fatto cronoprogramma e promesse?”

Il consigliere regionale Marco Landi (Lega) a proposito della denuncia del sindacato