Traghetti guasti, il sindacato contro Moby e Toremar

Dura nota della Cgil: "Inaccettabile, la situazione sta diventando insostenibile"

Raggiungere o lasciare l’Elba sta diventando in questi giorni un’impresa sempre più ardua. Tre traghetti (due Toremar e un Moby) che dovrebbero assicurare il collegamento tra l’isola e la terraferma sono al momento guasti e fermi per la riparazione: a causa di questa problematica è stato tagliato un numero importante di corse, creando di conseguenze notevoli disagi ai passeggeri interessati

È una situazione semplicemente inaccettabile e al di fuori di ogni logica, soprattutto in un momento dell’anno così delicato. Servono interventi rapidi per riportare la situazione alla normalità: la carenza di collegamenti con l’Elba sta infatti creando numerosi problemi sia ai residenti elbani che ai turisti.

Sono mesi ormai che i collegamenti con l’Elba stanno diventando sempre più difficoltosi: la situazione è diventata insostenibile. La questione è stata sottoposta più volte anche all’attenzione dell’Osservatorio provinciale sulla mobilità senza però ricevere riscontri concrete.

Ci appelliamo pertanto all’Autorità di sistema portuale e alla Regione Toscana affinchè intervengano per garantire un numero adeguato di collegamenti: il territorio elbano non può esser lasciato a sé stesso, servono interventi rapidi per garantire davvero la continuità territoriale.

Il contratto di servizio di Toremar per la continuità territoriale scadrà il prossimo anno: agli enti preposti chiediamo pertanto di far chiarezza anche in relazione a questa importante scadenza.

Manuel Anselmi (coordinatore Cgil arcipelago livornese)

Fabrizio Zannotti (segretario generale Cgil provincia di Livorno)

Giuseppe Gucciardo (segretario generale Filt-Cgil provincia di Livorno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

“Sono contro il rigassificatore e poi votano per il gas”

Legambiente: "Con il voto di oggi l'Europarlamento ha ceduto alle lobby del gas"

Goletta Verde: “No al rigassificatore di Piombino”

"Impensabile bloccare un porto turistico e industriale come quello di Piombino"

Protesta rigassificatore, c’era anche delegazione elbana

Centinaia di persone hanno assediato il Comune mentre Giani spiegava la situazione