Legambiente attacca la Lega sul rigassificatore

"Per la sottosegretaria leghista Gava, il rigassificatore di Piombino è sicuro"

il porto di Piombino

Dall’ufficio stampa di Legambiente riceviamo e pubblichiamo:
“Sul rigassificatore di Piombino alcuni Partiti politici stanno facendo due parti in commedia, quello che Legambiente Arcipelago Toscano ha definito, greenwashing e blackwashing, Oggi l sottosegretaria di Stato per la transizione ecologica Vannia Gava (Lega – Salvini Premier) ha detto a 24 Mattino su Radio 24 che “Il rigassificatore scelto ed acquistato per Piombino, ha tutti i criteri di sicurezza. E’ un rigassificatore che è uscito dai cantieri navali nel 2015, con una tecnologia recente e rispetta tutti i criteri ambientali per ridurre i rischi al minimo. Io capisco i dubbi dei sindaci locali che parlano dei danni ambientali negli anni ’60, è vero in passato sono state fatte opere che hanno danneggiato l’ambiente ma nel frattempo dagli anni ’60 ad oggi in questo settore la tecnologia è talmente avanzata che ormai riusciamo a far convivere quello che è lo sviluppo sostenibile a quella che è la tutela dell’ambiente perché sono tutti impianti che rispettano l’ambiente ma soprattutto sono tutti impianti monitorati”.

Per quanto riguarda il gas, la sottosegretaria leghista ha assicurato: “Noi stiamo continuando con i riempimenti, siamo quasi linea con l’anno scorso, siamo solamente qualche punto in meno ma stiamo continuando a lavorare proprio perché gli stoccaggi sono quelli che comunque in una fase più critica servono per mettere in sicurezza gli approvvigionamenti. Arriveremo al 90% come è stato previsto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Goletta Verde: “No al rigassificatore di Piombino”

"Impensabile bloccare un porto turistico e industriale come quello di Piombino"

Protesta rigassificatore, c’era anche delegazione elbana

Centinaia di persone hanno assediato il Comune mentre Giani spiegava la situazione

Strade dissestate, Landi: “Provincia al corrente, intervenga”

Il consigliere regionale della Lega: "Bici e moto a rischio, presentata mozione "