Capo Poro: il Parco sospende il piano operativo del cantiere

Gli interventi sospesi riguardano anche la zona di Galenzana. "Accertate irregolarità"

Nei giorni scorsi la stampa locale ha posto l’attenzione su alcuni lavori realizzati a Capo Poro e da alcuni cittadini è stato messo in dubbio l’operato dell’Ente Parco.

È questa l’occasione per chiarire che il nulla osta a suo tempo rilasciato è legittimo e del tutto rispondente alle norme del Piano del Parco approvato nel 2009. Anche il richiamo ad un contenzioso in corso con l’azienda proprietaria è stato citato in termini del tutto inesatti e fuorvianti poiché la questione interessa una pratica diversa da quella in oggetto.

Al di là, comunque, delle polemiche l’Ente Parco comunica di aver agito nel pieno rispetto delle procedure e delle norme vigenti. Comunica altresì che, in occasione del sopralluogo svolto nell’area e dei rilievi raccolti dall’Ufficio Tecnico con il supporto del Reparto Carabinieri Parco, sono state accertate sia irregolarità relative alle modalità esecutive adottate nel cantiere, sia lavori realizzati lungo parte del sentiero identificato con il 139 in assenza di specifica autorizzazione.

In considerazione di tali elementi in data 6 maggio l’Ente Parco ha provveduto a sospendere l’efficacia ovvero l’esecuzione del provvedimento amministrativo prot. 8013 del 29.08.2019 relativo al piano operativo di cantiere, in attesa del completamento degli atti di indagine e della trasmissione da parte del Comune dei documenti autorizzativi dal medesimo rilasciati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

L’arrampicata in zona B del Parco, dove nidificano i falchi

Sant'Andrea: Legambiente chiede spiegazioni alle istituzioni interessate

Sicurezza spiagge, un incontro per definire le regole

Non escluso il ricorso al Servizio Collettivo di Salvataggio, suggerito dalla Capitaneria

Cinghiali, “anche questa volta non si risolve niente”

Il comitato per l'eradicazione: "Propongono soluzioni vecchie di 30 anni"