,

Nocentini: “massimo sostegno a sezione Avis Portoferraio”

"PrioritĂ  assoluta alla sede, senza dimenticare le problematiche legate ai donatori"

Massimo sostegno alla sezione Avis di Portoferraio e ai suoi donatori. Questo l’esito dell’incontro che si è tenuto nel pomeriggio di lunedì 22 aprile fra Tiziano Nocentini ed alcuni rappresentanti della lista civica “Portoferraio c’è” con i dirigenti della sezione dei donatori di sangue portoferraiesi.

“Il primo problema, quello della sede delle Galeazze, fatiscente e inadatta alle esigenze dell’associazione – ha detto fra l’altro Tiziano Nocentini –  è stato affrontato dando prioritĂ  assoluta alla ricerca di una soluzione immediata, che potrĂ  essere probabilmente reperita fra il patrimonio edilizio non abitativo  del comune di Portoferraio attualmente non occupato e quindi disponibile”.

Si è poi parlato delle problematiche legate ai donatori, parte indispensabile della catena di volontariato che sostiene ad oggi il reperimento di sangue sul territorio. “Siamo venuti a conoscenza di situazioni non proprio ideali per chi effettua le donazioni:  da parte loro viene lamentata scarsa considerazione e un atteggiamento decisamente al risparmio da parte dell’azienda sanitaria. Chiederemo all’Azienda Sanitaria  – ha concluso Tiziano Nocentini – maggior attenzione per questi cittadini che rappresentano una parte insostituibile  del volontariato sanitario, mostrando un alto grado di coscienza civile e di senso della responsabilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Il saluto del sindaco Nocentini a Don Antonio Mazzi

L'evento della Fondazione Exodus. Don Antonio ha battezzato la figlia di due educatori

Zini: “Il ripascimento l’abbiamo progettato e finanziato noi”

L'ex sindaco: "La ditta ha dovuto posticipare l'intervento per impegni giĂ  assunti"

Ripascimento delle spiagge di Scaglieri e della Biodola

Il sindaco: "Tempi dipesi da nostri predecessori, lo chiedono a gran voce gli operatori"